MMORPG 2017: I Migliori Giochi Online di Ruolo Free to Play


Eccoci, puntuali come un orologio svizzero, con la nostra consueta, annuale lista dedicata ai migliori MMORPG free to play per l'anno appena arrivato.

Al momento della stesura iniziale di questo articolo, il 2017 ha fatto il suo ingresso da poco più di 24 ore: un tempo decisamente insufficiente per poter già parlare di nuove uscite nel vasto panorama dei giochi di ruolo online gratuiti... tuttavia, sono davvero tanti i MMORPG in fase di sviluppo sui quali non vediamo l'ora di mettere le nostre manacce, ed i prossimi mesi si preannunciano carichi di novità!
Ma cosa giocare nel frattempo?

Quello che vi proponiamo subito di seguito è uno spaccato dei migliori giochi online free to play già aperti al pubblico, che potrete giocare sin da subito; si tratta dei MMORPG che più si sono distinti nel 2016 e che, per una ragione o per l'altra, crediamo saranno protagonisti anche nel neoarrivato 2017.
Se invece volete avere qualche spoiler su cosa ci riservi il futuro... poco più sotto troverete un paragrafo con le anticipazioni più succulente sui MMORPG 2017 in dirittura d'arrivo maggiormente attesi da critica e grande pubblico, magari già in fase di open alpha \ beta.


SOMMARIO

  1. Top MMORPG 2017 - I migliori giochi da giocare sin da ora.
  2. In Italiano - Le alternative più valide per chi non è proprio un fenomeno in inglese.
  3. MMORPG in arrivo - Giochi non ancora rilasciati, ma che saranno disponibili più avanti in questo 2017.
  4. Free to Play & Creatività - Uno spazio riservato ai giochi "sandbox".
  5. Giochi d'azione - I MMORPG per chi vuole un combat system impegnativo.
  6. Giochi "Bonus" - Giochi meritevoli, ma che non rientravano nelle precedenti categorie.
  7. MMORPG Buy-to-Play - MMORPG buy-to-play (o con sottoscrizione mensile) non ancora rilasciati, ma che saranno disponibili più avanti in questo 2017

[lista aggiornata il 14/01/2017]


Top MMORPG 2017: i migliori giochi del momento

Poche storie, il divertimento che un MMORPG (ma più in generale qualsiasi gioco online od opera videoludica) è in grado di generare è spesso il metro di misura per valutare se esso meriti effettivamente il nostro tempo, al netto di caratteristiche quali la localizzazione (italiana o meno) e/o la data d’uscita.
D'altronde, e in special modo nel panorama dei giochi free to play, non è difficile trovare titoli che si dimostrino più moderni ed al passo coi tempi di loro concorrenti più recenti, se supportati da un buon lavoro da parte degli sviluppatori.
Quelli che seguono sono dunque i giochi sui quali secondo noi ha più senso investire il nostro tempo nel 2017, a prescindere dalla loro data di uscita: si tratta non solo dei giochi più divertenti, ma anche di quelli più costantemente aggiornati dalle rispettive case produttrici e con i server più attivi e vitali.

Dungeons & Dragons - Neverwinter

Neverwinter è un peso massimo della categoria MMORPG free to play che, puntualmente, non possiamo non inserire all’interno dei nostri riepiloghi.
Basato sull’ambientazione dei Forgotten Realms del sempreverde universo di Dungeons & Dragons, Neverwinter si struttura come un MMORPG dal taglio piuttosto classico, senza troppi sconvolgimenti nella formula assodata del genere.
Tuttavia, Neverwinter si appropria in parte anche dell’approccio "action" ai combattimenti tipico di altre produzioni, con un risultato finale a metà tra il vecchio e il nuovo, che aggiunge l'abilità con mouse e tastiera ai requisiti necessari per uscire vittoriosi dagli scontri più impegnativi.

Uno dei punti di forza dell’intera produzione è rappresentato senza dubbio dall’affascinante ambientazione che i giocatori avranno modo di esplorare in ogni anfratto. Inoltre, grazie alla licenza ufficiale di DnD, molti utenti di vecchia data potranno re-incontrare con piacere volti e luoghi conosciuti.
Nella nostra recensione abbiamo notato con piacere l'attenzione posta dagli sviluppatori nella trama e nell'immersività in generale, andando a recuperare una tradizione tipica dei giochi di ruolo che negli anni si era un po' perduta.

Sin dal lancio, il team del gioco si è mostrato molto attento allo sviluppo della sua creatura, rilasciando periodicamente update e nuovi contenuti.
Gli ultimi major update del 2016, Storm King’s Thunder e Sea of Moving Ice, hanno introdotto nel gioco una tonnellata di nuove caratteristiche pensate per l’end game del titolo che, tra le altre cose, hanno spianato la strada a loro volta a numerosi aggiornamenti minori che ne hanno rimpolpato ulteriormente i contenuti.
Considerati i ritmi cui ci hanno abituato gli sviluppatori negli ultimi 3 anni, possiamo aspettarci con ragionevole certezza non solo succose espansioni anche per l'anno nuovo, ma pure una base di utenti in continua crescita: è per questo motivo che abbiamo deciso di premiare Neverwinter come il miglior MMORPG da giocare nel 2017. E se non lo avete ancora giocato, fatelo. Punto!
... » registrati e gioca ora!

Drakensang Online

Drakensang Online, ambientato nel mondo fantasy che ha dato i natali anche alla omonima serie GDR su PC, è diventato una presenza fissa nei nostri riepiloghi, sempre pronto a svettare sopra qualsiasi altro gioco che prova a fare fortuna all’interno di questo genere.
Il motivo di questa onnipresenza è tanto banale quanto significativo: Drakensang Online ci piace proprio tanto!

Ok, il gioco di Bigpoint ormai non è più una novità dato che la sua apparizione originale su browser (e successivamente anche come applicazione installabile) è datata addirittura 2011.
Ciononostante, Drakensang Online risulta ancora oggi uno dei migliori hack’n’slash gratuiti mai rilasciati, capace di evolversi ed aggiornarsi nel corso del tempo e di mantenersi sempre relativamente fresco.

Rispetto ad un MMORPG tradizionale, DSO si presenta con un'enfasi molto maggiore sul combattimento sia PvE che PvP, con sessioni adrenaliniche che, semplicemente, divertono.
Tuttavia dobbiamo anche registrare qualche incertezza sul versante trama ed immersività (complice forse anche la visuale isometrica), non sempre all'altezza di titoli con più enfasi sulla componente ruolistica.

Rispetto ad un anno fa, nonostante qualche update minore, il gioco non è cambiato molto e, in termini di espansioni, siamo ancora fermi a Rise of Balor, major update che ampliò enormemente gli orizzonti del gioco verso la fine del 2015. Se il prossimo aggiornamento manterrà gli standard di quello precedente, potete star certi che sentirete parlare di Drakensang Online ancora per molto tempo.... » registrati e gioca ora!

Path of Exile

Al pari di Drakensang Online, Path of Exile è uno dei migliori hack’n’slash online gratuiti che voi possiate trovare in circolazione. Anzi, ad onor del vero, esso è perfino leggermente superiore al titolo di Bigpoint (che comunque siamo soliti consigliare ad un pubblico italiano per via della localizzazione) e c’è perfino chi lo ha definito come il miglior titolo del suo genere dopo l’illustre Diablo 3, capolavoro del 2012 ancora insuperato nel 2017.

In ogni caso, rispetto a Drakensang, esso parte da premesse differenti, configurandosi come un’esperienza decisamente più complessa e “hardcore” rispetto a quest’ultimo.
Path of Exile è più grosso, tetro e cattivo, e attorciglia il proprio essere attorno ad una struttura portante spietata nei confronti del giocatore e ben poco permissiva, specialmente quando si affrontano le sezioni del gioco più avanzate e proibitive.
Path of Exile è un titolo complesso ma mai inutilmente tale.
L’incedere è meno spedito che in altri giochi simili e scaglionato all’insegna dell’esperienza ottenuta dai propri errori.

Così come gli altri titoli citati poco sopra, anche Path of Exile viene costantemente aggiornato e supportato dai propri sviluppatori, che hanno recentemente rilasciato un importante update (Atlas of Worlds, disponibile da Settembre 2016) che ha portato tonnellate di novità all’interno del gioco (incluse 30 mappe e pesanti modifiche al sistema di skill). Questi sforzi sono stati ricambiati dalla community, che con la sua fedeltà ha permesso a PoE di essere il secondo MMORPG free to play più giocato in questo inizio di 2017 su Steam.
Se amate il genere e non temete le sfide impegnative, Path of Exile è il vostro gioco! ... » registrati e gioca ora!

Guild Wars 2

Guild Wars 2 si è rivelato, a detta quasi unanime della community affezionata di MMORPG, come uno degli esponenti più rappresentativi del genere, capace di prendere i già notevoli livelli raggiunti dal primo episodio del franchise ed impreziosirli ulteriormente con una formula generale realizzata allo stato dell’arte.
Non è un caso che il gioco abbia avuto un enorme successo anche nella sua iniziale fase buy-to-play, tanto da reggere il confronto con l'allora leader indiscusso: Sua Maestà World of Warcraft.

Le terre di Tyria in cui il gioco ci fa immergere sono ricchissime di possibilità e pregne di contenuti, dando a qualsiasi giocatore la possibilità di immergersi gratuitamente in una delle esperienze della ruolistica massiva più rappresentative ed iconiche degli ultimi anni.
Purtroppo, Guild Wars 2 abbraccia il modello free to play solamente in parte, privando di un'enorme porzione di gioco tutti gli utenti che decideranno di non investire moneta reale nel titolo.

Ad onor del vero, gli sviluppatori non hanno castrato in nessun modo l’esperienza di gioco ma, con una pratica che ormai sta andando via via affermandosi, hanno offerto la prima espansione Heart of Thorns con formula buy-to-play e, verosimilmente, lo stesso accadrà con le prossime previste per il 2017 (già annunciate da fonti ufficiali).
Non che ci sia qualcosa di male in ciò, solo sappiatelo.... » registrati e gioca ora!

Giochi MMORPG in Italiano

Lo sappiamo e ormai ci abbiamo fatto il callo.
Quando si tratta di scegliere in quali lingue localizzare un determinato gioco, il nostro Bel Paese viene spesso bistrattato, perché considerato dai publisher come un mercato piccolo e secondario.
Negli MMORPG free to play, poi, questo fatto è ancora più accentuato, dato che per tradurre le migliaia (e oltre) di linee di dialogo solitamente presenti in un gioco di questo genere ci vuole uno sforzo economico non indifferente.

Nonostante il trend generale sia questo, talvolta capita di trovare qualche publisher che decida di investire anche nella lingua italiana, proponendo dei MMORPG in italiano sicuramente molto appetibili per il nostro mercato.
A seguire, qualche proposta pensata appositamente per voi "somaroni" (con affetto) che fa della lingua italiana motivo di vanto ed orgoglio.

Aion

Fra i giochi MMORPG che presentano l’italiano tra le lingue giocabili, Aion è forse uno dei più rappresentativi, presentandosi completo e divertente sotto ogni punto di vista.

Uno dei suoi punti di forza è indubbiamente quello di essere nato come un titolo a pagamento, per abbracciare il modello free to play solo in un momento successivo.
Questo ha permesso agli sviluppatori di concentrarsi sulla realizzazione del titolo con un budget importante alle spalle e con il pieno supporto che si è soliti garantire ad un gioco massivo di tale caratura.

L'anno appena conclusosi è stato un anno significativamente importante per il gioco di Gameforge, che lo ha visto aggiornarsi fino ad arrivare - e superare - la versione 5.
Oltre ad un generoso incremento del level cap, questo aggiornamento ha aggiunto alla mappa di gioco ben due enormi nuove aree, una per ogni fazione principale presente.

Anche in questo caso, ripensando all'ottimo lavoro svolto dagli sviluppatori negli ultimi anni, ci sentiamo sicuri nel consigliare Aion anche nel 2017, fiduciosi nel supporto che esso continuerà a ricevere.
Nonostante non sia più un “giovincello”, infatti, il gioco in questione continua a macinare un numero impressionante di giocatori attivi nella community e, tra le altre cose, la percentuale di giocatori italiani presenti sui server è di molto superiore alla media.

Se cercate un ottimo MMORPG in italiano e che in più vi permetta di trovare in agilità altri connazionali, Aion è il vostro gioco: con questi vincoli alla mano, difficilmente potrete trovare un MMORPG free to play 2017 migliore... » registrati e gioca ora!

League of Angels II

Il nostro rapporto con i due episodi della saga di League of Angels è sempre stato un misto di amore ed odio (forse più la seconda).
Inizialmente, ne abbiamo profondamente disprezzato il concept che, similmente a molti altri suoi colleghi browser game, tendeva in maniera eccessiva a ridimensionare l'importanza delle scelte del giocatore in favore di una progressione spedita e guidata che, se non fosse per la necessità di clickare sul mouse, avrebbe reso il gioco più simile ad un film che ad un (MMO)RPG.

Capendo il mood e il target di riferimento del titolo in questione, però, ogni cosa va a posto e ci si rende immediatamente conto di come gli sviluppatori si siano impegnati per confezionare un prodotto che si adatta alle necessità dei giocatori verso cui si indirizza.
League of Angels II (così come il primo episodio) è un gioco casual travestito con le ingombranti vesti della ruolistica massiva a stampo fantasy.
È un titolo che mette in mano a giocatori del tutto estranei a questo mondo gli strumenti per affrontare un MMORPG senza troppi investimenti di tempo e di “studio”, concretizzando tutto ciò con un automazione delle meccaniche da record.
Se siete cresciuti al buio delle vostre camerette, nelle lunghe notti in cui il mondo di Azeroth esigeva il suo tributo di sangue, sudore e fatica, state alla larga da questo “giochino per bambini”.
Se invece non avete idea di che posto sia Azeroth, prima vergognatevi, e poi, datevi pure a questo browser game... » registrati e gioca ora!

Metin2

Metin2: scommetto che ormai eravate convinti che non avreste più sentito parlare di questo gioco, vero? E invece no, volenti o nolenti dovrete sorbirvelo ancora un’altra volta! (forse l'ultima? Chissà, sembra immortale!)
Si, perché nonostante gli anni sul groppone (l’uscita originale risale addirittura al 2004), i difetti, il comparto tecnico ormai anacronistico (e mai realmente ammodernato), e tutti i detrattori pronti a rinfacciargli ogni singolo neo, il titolo pubblicato in Europa da Gameforge rimane ancora un pilastro fra i giochi di ruolo online free to play, quantomeno in termini di community... community forse non particolarmente educata (preparate i vostri insulti migliori!), ma comunque ancora vastissima ed affiatata, che non accenna a scemare.

Tra le altre cose, il gioco è pure localizzato in italiano, cosa sempre gradita da queste parti e che vi faciliterà di molto la ricerca di connazionali con cui interagire o, perché no, unire le forze (o cui lanciare i peggiori improperi).

Lo ribadiamo: gioco ormai vecchio (oseremo dire) e con i suoi limiti, ma ancora supportato e giocatissimo... secondo noi, a fine anno lo troveremo ancora in giro a far parlare di se', con tutti i suoi retroserver illegali, le sue polemiche contro i GM e la sua grafica al limite dello scandaloso.. ma va bene, ci piace così: giocare a Metin è un'esperienza a se' stante!... » registrati e gioca ora!

NosTale

Sebbene non tocchi ne' si avvicini ai livelli di League of Angels II, anche Nostale è un MMORPG che potremo tranquillamente definire casual e adatto perlopiù ad un pubblico giovane o poco esperto del genere.

In piena tradizione orientale, Nostale ci porta in un mondo coloratissimo e pieno di personaggi tratteggiati col tipico stile dei manga.
La semplificazione del gameplay in favore dell’immediatezza è lampante in Nostale e, fatta eccezione per qualche breve sezione nelle fasi più avanzate del gioco, il tasso di sfida generale non sarà mai particolarmente elevato.

Purtroppo, a differenza di altri titoli, il supporto degli sviluppatori al gioco è più sporadico di quanto ci si aspetterebbe e di grossi nuovi contenuti in arrivo al momento non vi è traccia.
Resta il fatto che è completamente in italiano e, se cercate un MMORPG free to play scanzonato e leggero, con la possibilità di essere giocato anche tramite browser, potreste decidere di dargli una chance. Tuttavia, non ci aspettiamo grandi novità in ottica 2017, e questo potrebbe essere uno degli ultimi anni per giocare e godersi appieno il titolo Gameforge... » registrati e gioca ora!

MMORPG 2017 più attesi

Volgendo lo sguardo al futuro, non si può fare a meno di notare come il panorama sembri essere roseo.
Tra MMORPG free to play, MMORPG a pagamento, e MMORPG che non hanno ancora annunciato il proprio sistema di fruizione, i mesi a venire sembrano essere stracolmi di giochi nuovi tutti da sviscerare.

Ecco dunque una breve rassegna dei più interessanti MMORPG 2017 free to play (o presunti tali) in arrivo nel prossimo futuro.

Crowfall

Un progettino alquanto interessante e in dirittura d’arrivo sui nostri monitor è Crowfall, curiosissimo mix tra un MMORPG tradizionale ed un gioco di strategia in tempo reale.
Ambientato in un mondo fantasy medievaleggiante, il gameplay di Crowfall sembra essere un qualcosa di mai visto prima nel genere, venendo definito dagli stessi sviluppatori come un “simulatore di Guerra del Trono”, che alternerà mondi generati proceduralmente ad interessanti meccaniche di sopravvivenza.
Non vediamo l’ora di saperne di più... se le promesse saranno mantenute e ci offriranno davvero qualcosa di innovativo e mai visto prima, ci sarà da divertirsi!
Nel frattempo, qualora foste particolarmente impazienti, potete segnarvi per la beta.

Crowfall è un insolito matrimonio - atteso per il 2017 - fra strategia e componenti ruolistiche

Revelation Online

Il fascino delle ambientazioni dei MMORPG targati Mail.ru si mantiene sempre alto

Dagli stessi sviluppatori di Skyforge, MMORPG free to play del 2015 di grande successo, arriva Revelation Online, al momento disponibile solo in una precoce fase di closed beta: per accedervi, sarà necessario procurarsi un invito o acquistare uno dei Founder Pack disponibili sul negozio del gioco.
Il modello di business che adotterà una volta rilasciato non è ancora noto, tuttavia sappiamo con certezza che l'italiano non sarà fra le lingue inizialmente disponibili.
Dal punto di vista del gameplay, Revelation Online pone molta enfasi sull'esplorazione del suo open world, nonchè sul volo (e sui combattimenti aerei ad esso associati), dato che le prime ali saranno a disposizione dopo poche ore di gioco.

Life is Feudal

In Life is Feudal anche voi potrete costruire la vostra casa nella prateria, e dedicarvi a nobili attività quali l'agricoltura e l'allevamento.

Life is Feudal: MMO è la versione multiplayer massiva di Life is Feudal: Your Own, un RPG sandbox simil-realistico ambientato nel medioevo. La beta è iniziata nell'estate 2016, e possiamo attenderci il rilascio della versione completa entro il 2017.
Il modello economico che adotterà è più simile al buy-to-play, dato che sarà sì possibile scaricarne gratuitamente il client di gioco e giocare senza limiti di tempo, ma solo nell'isola dei niubbi, che ogni giorno resetterà tutti i progressi.
Ad ogni modo, crediamo che il titolo presenti caratteristiche sufficientemente interessanti da giustificarne il costo, quali ad esempio il tentativo di creare un mondo di gioco realistico (seppur con qualche libertà) e perfettamente in linea con l'epoca storica in cui è ambientato.
Se siete impazienti di provare il gioco in questione, potete guadagnarvi un invito alla beta acquistando uno dei founder pack disponibili a partire da 40€.
PS: abbiamo a disposizione alcune chiavi Steam inviate degli sviluppatori allo scopo di ottenere feedback. Se volete provare il gioco gratuitamente, scriveteci a info@areammo.it o contattateci su Facebook.

Bless Online

L'attesa per Bless Online sarà ben ripagata da un comparto tecnico all'avanguardia.

Già disponibile sul mercato asiatico, Bless Online verrà portato in Occidente del 2017 da Aeria Games, publisher già ben noto alla community dei MMORPG free-to-play per aver pubblicato titoli quali Echo of Soul, Twin Saga, Florensia e Last Chaos.
Si tratta del classico themepark coreano, con battaglie PvP su vasta scala (100vs100), un sistema di fazioni, sette classi e dieci razze.
Punto di forza del gioco sarà il compartimento grafico davvero all'avanguardia.

Ever, Jane

Ever, Jane è un simpatico MMORPG che, sebbene siamo ragionevolmente sicuri non farà la storia del suo genere, potrebbe interessare a tutti coloro che non ne possono più di mondi fantasy, quest e combattimenti.
Ever, Jane è infatti un pacifico gioco di ruolo online ambientato nell'Inghilterra dipinta nei racconti di Jane Austen, dove non ci sono ne' combattimenti sanguinari ne' dungeon da ripulire.

OK, la grafica non sarà il punto di forza di Ever, Jane

La questione non è "uccidere o essere uccisi", ma "invitare o essere invitati". Il pettegolezzo è la nostra arma di base, e al posto dei dungeon vi sono serate di ballo e cene galanti.

L'idea di base ci piace molto, la sua realizzazione attuale un po' meno, ma il gioco non è ancora uscito ufficialmente, quindi diamogli tempo!

Dauntless

Gli sviluppatori non hanno ancora rilasciato molti dettagli sul progetto ma, da quanto abbiamo potuto vedere sino ad ora, Dauntless promette veramente bene.
Atteso nel corso del 2017, si tratta di un MMORPG in stile Monster Hunter che farà della componente cooperativa, della caccia ai mostri e del combat system improntato all'azione i suoi punti di forza.
Il cuore del gioco consisterà nell'andare, preferibilmente insieme ai propri amici, a caccia dei temibili Behemoths, creature che si nutrono delle energie vitali del pianeta.
Il mondo di gioco, almeno dagli artwork e dai primi trailer, ci è sembrato molto ispirato.
Il titolo sarà sviluppato dal neonato studio indipendente Phoenix Labs, al cui interno lavorano veterani del genere precedentemente al soldo di realtà come Bioware, Blizzard e Capcom (giusto per citarne alcune).

MU Legend

Sanguinoso, spettacolare, violento, frenetico e cattivo. Il seguito del celebre MU Online sembra avere tutti i requisiti giusti per essere un’esperienza irripetibile e galvanizzante.
Ancora privo di una data d’uscita precisa, questo hack’n’slash free to play promette di migliorare sotto ogni punto di vista il gioco precedente, ricalcandone in parte l’interfaccia e lo stile di gioco, ma al contempo introducendo nuovi elementi distintivi.
MU Legend, poi, sfrutterà il motore grafico Unreal Engine 3 che dovrebbe garantire, sia dal punto di vista prettamente visivo che da quello relativo alla gestione della fisica del gioco, un risultato finale anni luce distante da quello raggiunto da MU Online.
Aspettiamo fiduciosi!

MapleStory 2

Uscito in Korea nel 2015, MapleStory si sta facendo attendere più del dovuto nel resto del mondo.
Non vi sono ancora notizie ufficiali certe, ma rumors sempre più insistenti, e le recenti offerte di lavoro pubblicate da Nexon inerenti un product manager americano per MS2, sembrano tutti puntare verso uno sbarco in Occidente nel corso del 2017.
MapleStory 2 è un gioco di ruolo online con una visuale isometrica dall’alto ed uno stile grafico a metà tra il 2D ed il 3D. Dotato di tratti vagamente cartooneschi ed infantili, MapleStory 2 integra al suo interno un gameplay profondo e pregno di cose da fare.
Non un gioco per tutti, ma sicuramente diverso dal classico clone di WoW.

Tiger Knight

Tiger Knight non è propriamente un MMORPG, ma un'arena di battaglie online con elementi RPG.
Ogni player avrà a disposizione non un semplice alter-ego, ma un intero esercito da guidare in battaglia, preoccupandosi delle abilità e dell'equipaggiamento di ciascuno dei suoi soldati (da qui la componente ruolistica).
L'ambientazione è quella dell'antica Cina, dunque con combattimenti all'arma bianca e mount animalesche.
Il gioco è al momento in early access su Steam, e ci aspettiamo una release completa nel 2017.

Free to Play & Creatività

Torniamo ora ai giochi già giocabili in questo inizio di 2017, con un breve paragrafo incentrato su due titoli che, sulla scia dell’incredibile successo ottenuto da un certo Minecraft, propongono esperienze di gameplay in cui al giocatore è concesso di modificare, creare e distruggere tutto… o quasi.
I MMORPG di tipo "sandbox", infatti, stanno registrando anno dopo anno una crescita vertiginosa, e crediamo che nel 2017 questo trend sia destinato a confermarsi.

Trove

Trove è un esperimento alquanto interessante, quantomeno sulla carta.
Si tratta di un MMORPG free to play ambientato in un mondo costruito “a cubi”, similmente allo stile grafico adottato dal già citato campione di incassi di Mojang, che ci permette di personalizzare il nostro avatar scegliendo tra un numero spropositato di classi differenti, ognuna delle quali dotata delle particolarità più strane e bizzarre.

Entrati in gioco dovremo buttarci in aree immense dalla difficoltà via via maggiore, al fine di ripulire i dungeon qui presenti e fare razzie di tutto l’equipaggiamento recuperabile.
Tra una quest e l’altra, però, Trove mette in scena un sistema di creazione, unito ad uno di crafting, che vi permetterà di mettere mano a gran parte delle ambientazioni presenti.
Sostanzialmente, Trove è un ibrido che permette di fare “un po’ di tutto”, dandovi tutti gli strumenti necessari per divertirvi come meglio credete.
Pecca del gioco, che farà storcere il naso a chi si aspetta un’esperienza più hardcore e stratificata, è che tutto l’incedere è costellato da una semplificazione di fondo attuata per attrarre più giocatori possibili a scapito della profondità... » registrati e gioca ora!

Creativerse

Senza nasconderci dietro un dito, possiamo tranquillamente affermare che Creativerse sembri a più riprese un vero e proprio clone di Minecraft, da cui mutua il 90% delle idee e le implementa in un titolo a sé stante e free to play.
In effetti, le differenze con il gioco partorito dalle mente di Notch non sono poi molte e vi troverete spesso a chiedervi quale sia il reale motivo di giocare a quella che ha tutta l’aria di essere una copia di un titolo ben più famoso.
In realtà, scavando in profondità, qualche buona ragione c’è e, la più banale tra queste, è il fatto che Creativerse sia un titolo gratuito, fruibile senza sborsare un centesimo da chiunque.
Rispetto a Minecraft, poi, i materiali presenti sono sensibilmente di più e, sebbene questo aiuti fino a un certo punto, la varietà si mantiene piuttosto buona.
Detto questo, l’eccessiva somiglianza col gioco di Mojang non rappresenta esclusivamente un difetto, anzi, se la formula vi ha sempre incuriosito ma non vi eravate mai convinti a scucire i soldi del biglietto, Creativerse potrebbe essere il vostro lasciapassare per questo particolare genere. ... » registrati e gioca ora!

Giochi MMORPG d'azione

Seguendo il trend che ha visto innovarsi il sistema di combattimento degli MMORPG verso lidi meno statici, molti titoli usciti recentemente si sono concentrati sull’offrire un combat system più o meno action, talvolta dai ritmi quasi forsennati e con poco da invidiare a giochi aderenti alla più pura definizione del genere d'azione.
A seguire una breve carrellata di titoli che puntano molto sul loro combat system.

TERA

Uno degli MMORPG spiccatamente action da cui non ci siamo mai disintossicati e che abbiamo continuato ad apprezzare nel corso del tempo è Tera.
Tra tutti, è forse quello che incarna maggiormente lo standard dei giochi MMO orientati a ritmi frenetici, che mette sul piatto un quantitativo impressionante di armi e di stili di combattimento, il tutto all’interno di un contesto fantasy forse non particolarmente originale ma sicuramente curato e ben sceneggiato.

Al momento, la popolarità del gioco è alle stelle e non sembra accennare a importanti inversioni di rotta, tanto che gli sviluppatori sono costantemente impegnati a garantire al titolo aggiornamenti e nuovi contenuti.
Il culmine è stato toccato nel 2015, quando TERA è diventato il MMORPG più giocato in assoluto su Steam, non solo fra i titoli free to play. In realtà da allora altri titoli si sono fatti strada, ma TERA rimane costantemente nella parte alta di ogni classifica.

Restando in tema di stili di combattimento, con gli ultimi aggiornamenti gli sviluppatori hanno introdotto alcune nuove classi che rendono l’incidere ancora più variegato. Se già il roster era di tutto rispetto, tra magie, spade, spadoni e armi da fuoco, ora sarà pure possibile menare le mani tramite dei poderosi guantoni omicida con la nuova classe del Brawler.
Se amate gli MMORPG votati all’azione, non potete non provare Tera. ... » registrati e gioca ora!

Wildstar

Wildstar è un titolo che ci ha sorpreso.
La storia del gioco non è delle più fortunate e, dopo un iniziale periodo in cui per giocare era necessario sottoscrivere un canone mensile, il titolo ha rischiato seriamente di dover levare le tende definitivamente.
Fortunatamente, il tanto caro modello free to play è intervenuto a salvare miracolosamente le sorti del titolo, facendolo risorgere dalle ceneri e donando a tutti i giocatori la possibilità di godersi una splendida avventura.

I toni del gioco sono vagamente "infantili" e, sebbene non manchino sezioni e momenti più seriosi, l’atmosfera generale che si respira è comunque molto allegra e scanzonata. Attenzione: con questo non intendiamo dire che Wildstar sia un gioco per bambini, ma semplicemente che sa essere ironico (ed autoironico) quanto basta per garantire simpatia e spensieratezza.

Il gioco ci permette di schierarci in una delle due fazioni presenti (assimilabili alla lontana ai classici concetti di bene e male) e di scendere sul campo a completare quest e a risolvere battaglie.
Sebbene i ritmi del già citato Tera siano lontani (Wildstar è decisamente meno movimentato), la componente action la fa comunque da padrona durante le battaglie, con scontri a metà tra il tatticismo e l’azione più pura.
Wildstar è stato una sorpresa; se non l’avete già fatto, provatelo alla svelta: saprà regalarvi ore di divertimento puro!... » registrati e gioca ora!

Blade and Soul

Disponibile in madre patria già da qualche tempo, Blade and Soul è giunto in terra nostrana solamente nel 2016, portandosi dietro tutta la stanchezza inevitabile di un gioco con già qualche annetto sul groppone. Al contempo tuttavia, ha anche dato finalmente ai giocatori occidentali la possibilità di mettere le mani su uno dei MMORPG più attesi di NCSoft, e di respirare un po' di orientalità a suon di arti marziali.

In sede di recensione abbiamo evidenziato la nostra gioia nel constatare una componente narrativa finalmente degna di questo nome, non perché pregna di chissà quali velleità da primato, ma perché supportata da un impianto ludico costellato da cut scene e colpi di scena, che rendono il procedere tra una quest e l’altra ben più continuativo e coerente di quanto non accada in altre produzioni.

Anche in questo caso, come nei “colleghi” presentati poco sopra, il sistema di combattimento proposto presenta forti connotati action (è addirittura possibile giocare col joypad, così come in Tera), portando l’azione su un altro livello.
La presenza di stili di combattimento ispirati ad arti marziali davvero esistenti, ovviamente notevolmente esagerati nei toni in favore della spettacolarizzazione, rende decisamente vari tutti i possibili approcci che è possibile adottare... cosa che, unita all’estrema mobilità di cui sono dotati tutti i combattenti, dà vita a scontri furiosi e al cardiopalma.

Ciliegina sulla torta, una componente artistica di prim’ordine, capace di tratteggiare ambientazioni ispiratissime, al netto di un comparto tecnico ormai un po’ arretrato.
In ritardo ma non troppo.... » registrati e gioca ora!

Giochi "Bonus"

Chiudiamo la nostra carrellata di giochi MMORPG free to play con due titoli che non siamo riusciti ad infilare nelle categorie precedenti, ma di cui volevamo parlarvi a tutti i costi, per un motivo o per l'altro.

Star Wars The Old Republic

Il 2015 è stato l'anno di Star Wars, grazie all'attesissimo seguito della saga cinematografica nelle sale a Dicembre. "Il Risveglio della Forza" ha risvegliato senza dubbio non solo la Forza, ma anche la passione di centinaia di migliaia di persone in tutto il mondo, con ovvie ricadute su tutti i prodotti collegati all'universo di Guerre Stellari.
Star Wars: The Old Republic, SWTOR per gli amici, ha senza dubbio beneficiato di questo boost, più che mai gradito viste le acque in cui stava navigando il titolo. Lo abbiamo così tenuto d'occhio per tutto il 2016, per vedere se questo effetto si sarebbe rivelato una meteora o se avesse effettivamente risollevato le sorti del titolo: noi propendiamo per la seconda opzione.

L’MMORPG sviluppato da Bioware è uno di quei titoli che abbiamo sempre guardato in maniera ambivalente.
Da una parte c’è il gioco nudo e crudo, un’epopea galattica assolutamente grandiosa, capace di plasmarsi sulle scelte del giocatore e in grado di restituire un feeling generale estremamente vicino a quello avvertibile guardando un film della leggendaria saga cinematografica (e scusate se è poco!).
Dall’altro lato, come avevamo evidenziato in sede di recensione, vi è un modello free to play un po' pressante, che cercherà in tutti i modi di scucirvi denaro reale per avere un tipo di esperienza finale il più appagante possibile, non solo in PvP ma anche in solitaria.
Se sarete disposti a chiudere un occhio su quest’ultimo aspetto, vi troverete per le mani un ottimo MMORPG ed un eccellente gioco basato su Star Wars, che siamo sicuri continuerà a migliorare forte della spinta data dalla ritrovata saga cinematografica (ricordate che il 2017 sarà l'anno dell'Episodio 8, e prevediamo fuochi d'artificio per allora!)... » registrati e gioca ora!

HeroWarz

HeroWarz forse non avrà le carte in regola per giocarsela con i colossi del settore ed infilarsi nel paragrafo dedicato ai migliori MMORPG free to play 2017 in assoluto, tuttavia è una delle più recenti e fresche aggiunte nel panorama in questione e merita almeno una menzione.
Si tratta di un MMORPG con una forte componente hack’n’slash semplice ed immediato, con una grafica "animeggiante" (stile Elsword) e che fa proprio di questa sua immediatezza uno dei suoi punti di forza.
La predominanza di elementi action nel gioco è abbastanza palese, dimostrandosi come una delle particolarità più divertenti ed apprezzabili dell’intera produzione, cosa che aumenta il fattore rigiocabilità in maniera esponenziale.

Nel gioco sono infatti presenti una tonnellata e mezza di personaggi controllabili, tutti dotati del proprio stile di combattimento più o meno personale (anche se talvolta le analogie tra due o più personaggi paiono sospette…); rigiocare sezioni del gioco al comando di un personaggio sempre diverso è un qualcosa che fa variare di molto l’esperienza, mantenendola sempre fresca ed incentivante.

Per il resto, poi, HeroWarz si comporta come un tradizionale MMORPG, con aree dedicate alla pura esplorazione, altre istanziate che dovremo ripulire da tutto ciò che respira come se non ci fosse un domani, quest da accettare e portare a termine, ricompense, farming e tutto il repertorio ruolistico già ampiamente apprezzato in molte altre produzioni.

Nel complesso un titolo che, nonostante la presenza di agguerritissimi concorrenti sulla piazza (come i già citati Drakensang Online e Path of Exile), ha ancora qualcosa da dire e, soprattutto, è in grado di divertire senza troppi fronzoli. La sua data di nascita è l'Autunno 2016: questo 2017 sarà dunque cruciale per capire se rimarrà uno dei tanti free to play decenti, o se potrà ritagliarsi uno spazio importante all'interno del panorama dei giochi online gratuiti... » registrati e gioca ora!

MMORPG Buy-to-Play o a sottoscrizione mensile

Chiudiamo con un brevissimo paragrafo dedicato ai MMORPG commerciali che NON adotteranno il modello free to play.
Dei numerosi titoli che avrebbero diritto di rientrare in questa categoria, abbiamo selezionato i 3 che più tengono alto il termometro dell'hype.

Sea of Thieves

Se c'è un MMORPG 2017 a pagamento che attendiamo con ansia, questo è Sea of Thieves

A nostro avviso, il più interessante MMORPG 2017 all'orizzonte - nonchè uno dei più costosi.
L'ambientazione, così come si potrà intuire dal titolo, sarà quella piratesca, e l'obiettivo degli sviluppatori è quello di fornire un'esperienza quasi simulativa dell'anarchia che regna in un mondo del genere.
Sarà possibile approcciarsi al gioco in diversi modi, da quelli più battaglieri, con battaglie PvP fra ciurme in mare aperto, a quelli più sociali, fatti di rhum e taverne.

Dual Universe

Avevamo già scritto che il 2017 sarebbe stato l'anno dei sandbox, ed eccoci dunque a parlare di un altro MMORPG in cui sarà possibile costruire e distruggere di tutto... ma proprio tutto, dalle cose più materiali a quelle più astratte \ ideologiche.
In Dual Universe sarà infatti possibile costruire stazioni spaziali, astronavi ed infrastrutture futuristiche, dando vita a nuovi imperi e civilità. Ma quello che più stuzzica la nostra curiosità è il sistema di economia e politica "player-driven"... se ben realizzato, potrebbe portare ad un realismo e ad un'immersività difficili da eguagliare: insomma, avete mai sognato di fondare il vostro partito e di diffonderne la filosofia in tutto l'universo?

Pantheon: Rise of the Fallen

Il più tradizionale dei 3 MMORPG di questo paragrafo.
Pantheon si propone come un gioco di squadra hardcore, dove sarà necessario trovare l'affiatamento col proprio gruppo per superare le impegnative sfide date dal PvE.
Gli sviluppatori hanno promesso un titolo con una forte attenzione ai dettagli ed alle singole interazioni col mondo di gioco, per rendere ciascun incontro in-game il più significativo e memorabile possibile.
Cosa vorrà dire esattamente lo sapremo solo più avanti in questo 2017.


That's all folks!

Come dite? Ci siamo dimenticati di inserire il vostro gioco preferito? Usti, mi sa che avete ragione!
A nostra discolpa, però, possiamo dire che di MMORPG free to play disponibili sulla piazza nel 2017 ce ne sono davvero tanti, ed elencarli tutti sarebbe stato al di fuori degli obiettivi - e delle pretese - di questo riepilogo; un riepilogo pensato per dar risalto a quei titoli che ci hanno maggiormente divertito e tenuto compagnia nell'anno appena terminato, e che ci sentiamo di consigliarvi per quello che verrà.

La speranza non può che essere quella di vivere un 2017 pieno di nuovi giochi (o di massicci aggiornamenti per quelli già disponibili), con l’augurio che possano divertirci almeno tanto quanto hanno fatto durante quest’anno appena giunto al termine.
Se poi, finalmente, questo 2017 segnerà anche un'inversione di rotta per quanto riguarda le politiche delle software house in termini di localizzazione (leggasi: se solo si decidessero a tradurre in italiano qualche gioco in più!!), allora potremo veramente fare i salti di gioia... insomma, quanto era bello quando il nostro paese era un mercato irrinunciabile al pari di Francia e Germania?

Per il momento, possiamo solo aspettare e giocare (e studiare l'inglese)!


Immagini allegate:

La rubrica

Liste tematiche di MMORPG raggruppati in base ad alcune loro peculiarità quali ambientazione, tipo di gameplay, caratteristiche PvP, data di uscita, lingua e locazione server, etc...

Social network

N.D

Pubblicità