Guild Wars 2

MMORPG commerciale ora free - A diverso tempo di distanza dall'esordio originale, Guild Wars 2 adotta il modello free-to-play, andando a competere in uno scenario affollatissimo da rivali; riuscirà a mantenersi competitivo come fu nel 2012?

Gioca ora!

Gioco da scaricare

Solo in Inglese

Genere:
azione, mmorpg

Ambientazione:
fantasy

Screenshot [click per ingrandire]

In breve...

Guild Wars 2 è un MMORPG che, dopo un periodo in cui è stato proposto con la formula B2P (buy to play, ovvero richiedendo di comprare il gioco ma senza la sottoscrizione di un canone mensile), è recentemente arrivato tra le fila dei free to play, imponendosi prepotentemente come una delle esperienze migliori tra quelle presenti all’interno di questo modello di fruizione.
Il gioco è ambientato nel mondo di Tyria 250 anni dopo gli eventi narrati in Eye of the North, l’ultima espansione ufficiale del primo Guild Wars.
La trama, per certi versi piuttosto scontata, verte attorno al risveglio degli Antichi Draghi, che per essere sconfitti necessitano di un’alleanza tra tutte le varie razze presenti nel gioco.
Il gameplay propone l’inedita introduzione dei cosiddetti eventi dinamici, capaci di sostituirsi (anche se non del tutto) alle classiche e ripetitive quest di cui si è soliti abusare in questo genere, e di proporre e generare accadimenti talvolta estremamente spettacolari, in grado di fornire al giocatore una progressione non lineare e libera dalla continua riproposizione di situazioni limitate.
Un comparto artistico di elevatissima caratura, infine, lo consacrano come uno dei migliori titoli free-to-play (e non) attualmente disponibili sulla piazza.

➔ Punti principali:

  • MMORPG nato a pagamento nel 2012 e divenuto free to play nel 2016.
  • Eventi random nel mondo di gioco.
  • Sistema di combattimento stimolante e divertente.
  • Ottimo sistema PvP, con tanto di modalità massive World vs World vs World.

Trailer

Recensione completa

Quello di Guild Wars 2 è sempre stato un percorso parallelo a quello degli innumerevoli MMORPG che si sono affacciati, in vario modo, all’enorme utenza desiderosa di mettere le mani su un’esperienza massivo-ruolistica di un certo livello.
Al contrario del 99% dei concorrenti, che prevedono o una sottoscrizione mensile o l’ormai diffusissimo modello free-to-play per essere fruiti, il gioco di Arenanet è sempre andato controcorrente, adottando un modello di pagamento tutto suo.
Non esiste un canone mensile in Guild Wars 2 e nemmeno miriadi di acquisti in-game obbligatori camuffati come un qualcosa di facoltativo.
Il metodo di fruizione adottato dai ragazzi di Arenanet è sempre stato uno dei più onesti in circolazione; l’utente paga per il gioco base, come se fosse un qualsiasi titolo singleplayer, installa e gioca. Stop. Fine.
Ovviamente esiste un negozio all’interno del gioco (in cui è possibile acquistare con soldi reali) ma esso contiene solo personalizzazioni estetiche che, per quanto possano essere piacevoli o funzionali al vostro pavoneggiarvi, sono del tutto ininfluenti ai fini del gameplay.
Guild Wars 2 non è un titolo recentissimo (la sua uscita risale a metà 2012), eppure siamo qui a parlarne adesso; perché? Be’, perché con l’imminente arrivo della prima espansione ufficiale, Heart of Thorns, lo sviluppatore ha deciso di rendere gratuito il gioco base (l’espansione invece andrà pagata), dando, di fatto, la possibilità di fruire gratuitamente di un titolo immenso, sconfinato e divertentissimo, il tutto in maniera assolutamente gratuita.

Creando il proprio destino

La premessa narrativa di Guild Wars 2 prende il via diverso tempo dopo la conclusione di Eye of the North, ultima espansione ufficiale del primo Guild Wars.
Il titolo è ambientato sempre nel mondo di Tyria, in un universo improvvisamente sconvolto dal risveglio degli Antichi Draghi, temibili creature che rischiano di mettere in pericolo l’intero destino delle razze presenti all’interno del gioco.

La gestione e la creazione del personaggio non deluderanno le vostre aspettative

Il giocatore farà parte proprio di una di queste razze che, nonostante un’ onnipresente ostilità di fondo, hanno deposto le asce di guerra per combattere il nemico comune.
Detta così, la trama di Guild Wars potrebbe apparire decisamente banalotta e, a conti fatti, dichiarare ciò non è una cosa poi così lontana dalla realtà.
Il vero punto di forza della narrativa, in Guild Wars 2 è dato dalla personalizzazione della stessa che avviene in base alle scelte fatte nel momento della creazione del nostro personaggio.
Oltre a definire l’aspetto del nostro alter-ego (scegliendolo e modificandolo da una delle cinque razze presenti), infatti, dovremo delinearne il suo passato, la sua moralità e la sua appartenenza, tramite delle domande che ci verranno poste in fase di creazione.
Per ovvie ragioni, ogni variante narrativa arriva poi a confluirsi nel ramo comune dettato dalla storia principale ma la sensazioni di esserci arrivati “a modo nostro” è presente e, similmente a quanto accade a giochi di ruolo offline che adottano un simile espediente, vedere il mondo circostante reagire e comportarsi diversamente in base al nostro aspetto e al nostro background aggiunge coinvolgimento ed immersione alle nostre scorribande.
Anche la mera personalizzazione estetica è estremamente profonda e curata, complice la radicale differenza di base tra le varie razze presenti.
Se umani, norn e sylvari si presentano con la classica corporatura antropomorfa e vengono differenziati tra loro per dettagli che potremo definire marginali (nonostante i sylvari, ad esempio, appaiano come delle specie di uomini-albero), asura e charr presentano punti di divergenza ben più marcate dai classici umani, ed in grado di variare sensibilmente l’esperienza quando si gioca nei loro panni.
I charr, ad esempio, sono esseri bestiali che, pur potendo erigersi sulle zampe posteriori, avanzano a quattro zampe, mostrando tutte le loro caratteristiche feline.
Gli asura, dal canto loro, sono esseri minuscoli e quasi coccolosi nel loro aspetto, dando l’impressione di controllare un piccolo furetto puccioso qualora si opti per la loro razza.
Se a tutto questo aggiungiamo il fatto che i vari dettagli modificabili permettono una gestione pressoché totale del personaggio, ci rendiamo conto di trovarci dinnanzi ad uno degli editor più completi in circolazione.

Questioni di dinamismo

Il sistema di combattimento di Guild Wars 2 è un misto tra Tera e MMO più tradizionali

Sposando quella stessa anima action che l’ha vista adottata da molti titoli di recente uscita, anche Guild Wars per il suo sistema di combattimento si rifà a quei sistemi che cercano in tutti i modi di svecchiarne le meccaniche, strizzando un occhio a Tera ma non abbracciando totalmente la filosofia “più azione c’è meglio è”.
Rispetto allo stesso Tera, infatti, i combattimenti appaiono decisamente meno movimentati ma mantengono comunque un’elevata dose di dinamismo.
Gli attacchi nemici possono infatti essere schivati e/o parati, e i nostri, per andare a segno, devono essere sferrati a portata del nemico se non si vuole rischiare di colpire l’aria.
Le abilità in nostro possesso, tra le altre cose, sono legate all’arma al momento equipaggiata, la quale è possibile cambiarla nel giro di un attimo per sfoderare lo strumento di morte più adatto ad una determinata condizione, con tanto di abilità annesse.
Il particolare sistema di crescita del personaggio, poi, è progettato in modo da permettere a qualsiasi classe di coprire praticamente qualsiasi ruolo dal momento che, pur non essendo abbandonati del tutto, essi non sono più standardizzati attorno a particolari archetipi come accade in molti altri MMORPG.
Il modo di procedere nel gioco, all’interno di Guild Wars 2 è abbastanza insolito rispetto alla maggior parte degli altri MMORPG in circolazione e, sembra quasi sacrilego dirlo, riesce a spezzare le odiose catene che costringono i giocatori al completamento di decine e decine di missioni fotocopia il cui unico obiettivo è uccidere mob e/o recuperare determinati oggetti.
In Guild Wars 2 questo non accade o, meglio, non in maniera massiccia ed invasiva, mitigando in mezzo a mille altri compiti queste odiose quest in modo decisamente efficace.
Una delle introduzioni decisamente migliori dell’intero comparto PvE di Guild Wars è data dagli eventi dinamici.

Preparatevi ad affrontare avversari ben più grossi di voi

Essi partono in automatico mentre siamo impegnati a fare tutt’altro e sono portatori di alcuni dei momenti più spettacolari dell’intero gioco. Innanzitutto, gli eventi dinamici sono aperti a tutti e chiunque, vedendo ad esempio un enorme massa di nemici imbufaliti, potrebbe decidere di intervenire a darci man forte, il che rende queste missioni dannatamente spassose, nonché imprevedibili; ritrovarsi nel bel mezzo di una catastrofe accompagnati da decine di giocatori diversi intenti a sedare quella che sembra un vera e propria battaglia su vasta scala quando un secondo prima eravamo bellamente occupati ad osservare il poetico orizzonte del gioco in totale solitudine non ha decisamente prezzo.

Una delle introduzioni decisamente migliori è data dagli eventi dinamici. Essi partono in automatico mentre siamo impegnati a fare tutt’altro e sono portatori di alcuni dei momenti più spettacolari dell’intero gioco.

La cooperazione improvvisata che si viene a formare in questi momenti, poi, ha un qualcosa di quasi magico, soprattutto quando il numero di giocatori a schermo sarà davvero importante (e fidatevi che ce ne sarà bisogno quando un enorme drago, la cui sola unghia sarà grande quanto tutto il vostro pg, irromperà prepotentemente all’interno dello scenario).
A questo punto, è bene fare una precisazione per non incorrere in entusiasmi che poi potrebbero trovarsi non soddisfatti.
Nonostante gli eventi dinamici e l’estrema riduzione delle quest “tradizionali” (assolutamente non paragonabili ai primi per divertimento e coinvolgimento offerto) renda il procedere assai meno noioso di quanto accade in altri titoli, il farming non è assolutamente scomparso da Guild Wars 2 e, anzi, ad un certo punto del gioco potrebbe manifestarsi anche in maniera piuttosto prepotente.
L’esperienza richiesta per salire di livello, infatti, è molta e se a questo ci aggiungiamo il fatto che le quest e l’uccisione di nemici ce ne garantirà molta meno di quanto sarebbe lecito aspettarsi, è facile rendersi conto del perché potremmo trovarci costretti al classico sterminio di massa di nemici.
Molto probabilmente, la risicata esperienza garantita dai compiti tradizionali è voluta per favorire l’esplorazione, a cui gli sviluppatori sembrano tenere particolarmente.

Le ambientazioni di GW 2 in tutto il loro fascino.

Visitare nuove zone, infatti, è probabilmente il modo migliore per potenziarci, dal momento che, solo mettendo piede in un’apposita area, verranno automaticamente attivate le quest relative a quella zona.

Server contro server contro server

Una delle caratteristiche peculiari di Guild Wars 2 è anche quella di avere più di un occhio di riguarda verso i contenuti PvP, tenuti in particolare considerazione durante la fase di sviluppo.
La sua forza non sta però nel proporre chissà quali meccaniche innovative che rendano più piacevole o diversa questa modalità; la cosa che si apprezza maggiormente nel PvP di Guild Wars 2 è il suo saper semplicemente divertire come pochi altri titoli, proponendo un sistema di gioco semplice, talvolta anche confusionario ma comunque giusto, dove l’abilità del giocatore dietro alla tastiera viene prima delle becere e fredde statistiche dietro all’equipaggiamento del nostro personaggio.
A tal proposito, gli sviluppatori hanno ben pensato di fornire a tutti i giocatori, anche a quelli che hanno avviato il titolo 5 minuti fa, personaggi di livello massimo e con tutte le abilità sbloccate, permettendogli di scegliere l’equipaggiamento che più gli aggrada e di provare varie combinazioni senza le limitazione imposte dal livello di esperienza.
In questo modo si elimina il divario che si crea quando a sfidarsi sono giocatori di livello molto diverso, risolvendo il problema che si crea quando non tutti i giocatori hanno accesso alle stesse risorse.

Non appena GW2 è passato a free to play, ci siamo subito fiondati a dargli un'occhiata da vicino...

In ogni caso, benché non manchino modalità decisamente più classiche, la parte del leone nella componente PvP la fa certo la modalità World VS World VS World che sì, è proprio quello che sembra dal nome. Una modalità di gioco che definire enorme è riduttivo dove tre squadre sterminate appartenenti ad altrettanti server si sfidano per il controllo del territorio, dando vista a battaglie su vasta scala tanto grandi quanto epiche.
In questa modalità non avrete il beneficio di poter scegliere quale equipaggiamento adottare, ma dovrete utilizzare il vostro conquistato giocando normalmente.

Ecco un classico esempio che illustra la tenerezza degli incontri che è possibile fare a Tyria

Non è raro che, giocando in modalità World VS World VS World, si perda di vista l’obiettivo principale o ci si lasci andare in condotte non proprio studiate; la frenesia e il caos di certe situazioni, infatti, tende a rendere certi momenti veramente confusionari, nell’accezione più positiva del termine, però, dal momento che ciò non pregiudica mai il divertimento, anzi.
A dispetto di questo, però, tale modalità di gioco può rivelarsi anche profondamente strategica, donando soddisfazioni immense a chi, dopo aver accuratamente pianificato una mossa offensiva, riesce nella conquista di un possedimento avversario.

Allo stato dell'arte

Ai tempi della sua uscita, il comparto visivo di Guild Wars 2 era uno dei più belli da vedere in circolazione, rendendo ogni viaggio all’interno di Tyria una vera e propria gioia per gli occhi.
A distanza di tre anni dall’uscita originale, le cose potrebbero essere un po’ cambiate e, infatti, specialmente se esaminato negli aspetti più tecnici, l’opera di Arenanet ha forse perso un po’ il suo smalto, specialmente nel comparto texture, che non è mai stato eccellente.
Se c’è qualcosa che non ha perso un briciolo della sua bellezza, però, quella cosa è senza ombra di dubbio la componente artistica del gioco.
Girovagare per il mondo di Tyria è un’esperienza che vi toglierà il fiato, facendovi fermare in più di un’occasione solo per osservare il paesaggio più a lungo.
Non è semplicemente il modo in cui è stato modellato a stupire, quanto la bellezza delle ambientazioni fantasy ricreate, calate in un contesto meraviglioso e coerente con se stesso.

Uno scontro PvP abbastanza affollato... botte da orbi!

In tempi non sospetti, di MMORPG con una bella grafica ne abbiamo visti molti, ma titoli in grado di eguagliare la bellezza e la complessità artistica del mondo di Guild Wars 2 ce ne sono veramente pochi.
Unico neo in tutto ciò è dato da una certa pesantezza del motore grafico del gioco, comunque scalabile per le macchine meno performanti, ma che a parità di configurazione non regge il passo con la leggerezza di altri motori.

Conclusioni

Guild Wars 2 era e resta con tutta probabilità il miglior “investimento” (le virgolette sono d’obbligo dal momento che non vi richiede di scucire nemmeno un centesimo se non per la prossima espansione che aggiungerà tonnellate di contenuti) che voi possiate al momento fare in ambito MMORPG.
Non è un titolo perfetto, questo è sicuro, ma senza alcun dubbio la miglior esperienza gratuita che voi possiate trovare in circolazione, ed una delle migliori in assoluto se nel confronto ci mettiamo anche i titoli a pagamento (con canone o free-to-play, non importa), mostri sacri quali World of Warcraft inclusi.
Si potrebbe stare per delle ore a parlare delle caratteristiche positive di questo titolo ma tutto si ridurrebbe inevitabilmente ad una sola, singola parola: giocateci!

Pronto ad entrare nel mondo di Guild Wars 2? Clicca per giocare ora!
Guild Wars 2: Pubblicata la patch di Novembre

Come annunciato in precedenza, ArenaNet ha finalmente reso disponibile sui server di Guild Wars 2 la nuova patch di Novembre che, tra le altre cose, va ad agire sul funzionamento delle rune e dei sigilli presenti nel gioco. La più grande funzionalità introdotta con l’update è infatti l’inedita ... » continua

Guild Wars 2: Confermato anche per quest'anno l'evento di Halloween

Come era lecito aspettarsi, ArenaNet ha confermato che anche quest’anno i giocatori potranno aspettarsi contenuti a tema Halloween all’interno del popolare MMORPG Guild Wars 2, che per l’occasione si vestirà a festa e offrirà agli utenti diverse valide motivazioni per festeggiare con il gioco. L'evento comincerà ... » continua

Guild Wars 2: rimossa la possibilità di acquistare gemme nella versione belga

Purtroppo o per fortuna a seconda dei punti di vista, un altro titolo decisamente importante per il panorama MMORPG è caduto vittima delle legislazioni belga, che come ormai saprete hanno dichiarato fuorilegge qualsiasi contenuto legato a lootbox a pagamento all’interno di un qualsiasi gioco. Il titolo in questione è ... » continua

Guild Wars 2: Annunciato A Star to Guide Us, nuovo episodio del Living World

Con un post pubblicato direttamente sul sito ufficiale del gioco, il team di sviluppo di ArenaNet ha annunciato nel corso ... » continua

Annunciata Path of Fire, nuova espansione per Guild Wars 2

Dopo aver dato ai giocatori tutto il tempo necessario per spolparsi per benino Heart of Thorns, ArenaNet ha annunciato in ... » continua

Guild Wars 2: Raggiunto il cap di oro accumulabile

Il mondo degli MMORPG ma, più in generale, quello dell’intero medium videoludico, è costellato di traguardi da raggiungere e ... » continua

MMORPG 2017: I Migliori Giochi Online di Ruolo Free to Play

Eccoci, puntuali come un orologio svizzero, con la nostra consueta, annuale lista dedicata ai migliori MMORPG free to play per ... » continua

I Migliori Giochi MMORPG free to play italiani (e non) del 2016: un riepilogo

UPDATE 31/12/2016 - E' online la lista aggiornata 2017! Vai all'articolo "MMORPG 2017: i migliori giochi online di ... » continua

Guild Wars 2: A Crack in the Ice disponibile a breve

Con una comunicazione ufficiale, veniamo finalmente a conoscenza di quella che sarà la data di uscita ufficiale del nuovo atto ... » continua

Guild Wars 2: In arrivo l'evento di Halloween e qualche bilanciamento

Come accade da ormai molti anni a questa parte, in occasioni di festività di vario genere, gli MMORPG che decidono ... » continua

Guild Wars 2: Tournament of Legends prossimo al via

Siete amanti della competitività nella sua forma più pura e, al contempo, il vostro MMORPG preferito, su cui macinate ore ... » continua

Guild Wars 2: Nuove armi leggendarie in sviluppo

Se c’è una cosa di cui gli utenti di Guild Wars erano ormai rimasti orfani, questa è rappresentata sicuramente ... » continua

Guild Wars 2 prossimo alla divisione delle skill PvP e PvE

Con un intervento fatto direttamente sul forum ufficiale del gioco, Josh Davis di ArenaNet ha fatto sapere direttamente alla community ... » continua

Guild Wars 2: Disponibile l'update Stronghold of the Faithful

Come era stato già dichiarato precedentemente da ArenaNet, il celebre MMORPG fantasy Guild Wars 2 ha ricevuto un nuovo update ... » continua

NC Soft pubblica i dati finanziari del Q3 2015

Come ormai di consuetudine, per vari produttori, NC Soft ha pubblicato in rete i dati relativi all'andamento finanziario dei ... » continua

Guild Wars 2 Heart of Thorns finalmente disponibile

Finalmente, dopo un tempo di attesa mediamente lungo e snervante, tutti gli appassionati di MMORPG e di Guild Wars 2 ... » continua

Guild Wars 2 Free to Play - Gameplay Trailer 2015

Il passaggio di Guild Wars 2 a free 2 play ha certamente fatto scalpore, dato che stiamo parlando di uno ... » continua

Guild Wars 2 diventa free to play!

Già, avete sentito bene: Guild Wars 2 (GW2 per gli amici) ha abbracciato il modello free to play, seguendo le ... » continua

Grafica: full 3D
PvP: gilde o fazioni match o duelli PvE PvP
Influenza cash shop: medio
Exp rate: medio

Cosa Ci È Piaciuto..

Creazione e personalizzazione del personaggio superba

Sistema di combattimento riuscitissimo

Gameplay solido

vario e divertente

Artisticamente da applausi

.. e cosa no

Farming comunque presente

Requisiti non proprio generosi

I devs sono stati chiari: in Italiano? MAI


Divertimento
5.0 out of 5
Community
5.0 out of 5
Grafica
4.0 out of 5
7,8
Da Provare

Review summary

  1. Creando il proprio destino
  2. Questioni di dinamismo
  3. Server contro server contro server
  4. Allo stato dell'arte
  5. Conclusioni

Cosa ci è piaciuto..

Creazione e personalizzazione del personaggio superba
Sistema di combattimento riuscitissimo
Gameplay solido
vario e divertente
Artisticamente da applausi

.. e cosa no

Farming comunque presente
Requisiti non proprio generosi
I devs sono stati chiari: in Italiano? MAI
7,8
Grafica - 80 / 100
Divertimento - 100 / 100
Longevità - 100 / 100
Originalità - 80 / 100
Community - 100 / 100

Mi piace questo gioco, voglio
Registrarmi e giocare ora