Browser MMORPG: i Migliori Giochi MMORPG via Browser


Sebbene i loro anni d’oro appartengano ormai al passato, quello dei browser game è tutt’oggi un terreno floridissimo, sopra il quale è possibile reperire un vasto assortimento di esperienze diversificate, con generi e sotto-generi che, nel corso del tempo, sono nati e cresciuti strettamente intersecati ai contorni specifici dei titoli giocabili in finestra, accogliendone pregi e limiti.
Sebbene l’offerta sia a dir poco vasta, tuttavia, non sempre quella quantitativa va di pari passo con quella qualitativa e, per darvi una mano a districarvi in questa fitta giungla fatta di tanti giochi mediocri quante perle nascoste, abbiamo stilato per voi una semplice “guida all’uso” che, prendendo a riferimento alcuni dei giochi con cui ci siamo divertiti maggiormente, proverà ad indirizzarvi verso quei titoli che potrebbero fare al caso vostro.

Vikings: War of Clans

Sentivate la mancanza di ambientazioni norrene? Eccovi serviti!


Publisher: Plarium

Descrizione: Mantenendo un filo conduttore immediatamente riconoscibile, la produzione Plarium si è sempre distinta per i suoi browser game qualitativamente superiori alla media, basati su meccaniche collaudate ma sempre al passo coi tempi e capaci di donare ai propri giocatori svariate ore di sano divertimento.
Vikings: War of Clans non fa eccezione e, calando gli utenti nei panni di uno Jarl, farà loro visitare le nordiche ambientazioni che da sempre fanno da sfondo alle imprese a tema vichingo.
Oltre alle immancabili meccaniche di costruzione, che ci permetteranno di far fiorire la nostra cittadina, il giocatore potrà ovviamente dare il via a campagne militari volte alla conquista di ulteriori territori e al procacciarsi materiali per il crafting, il tutto mentre il pregevole sistema di eroi implementato dagli sviluppatori permetterà agli utenti di potenziare il proprio campione e di avere un senso di progressione immediatamente riconoscibile.

Perché Giocarlo: Perché rappresenta un po’ la summa dell’intera produzione Plarium, da sempre ai vertici della categoria per quanto riguarda i browser game strategico-gestionali.

Hero Zero

Vi piacerebbe poter creare da zero il vostro supereroe? Se si, questo è il gioco per voi!


Publisher: Playata

Descrizione: Partendo da un concept a dir poco originale, Hero Zero è un titolo tanto semplice nelle sue premesse quanto appagante e ben realizzato.
Condito da una leggerezza nei toni veramente appropriata, il gioco ci da la possibilità di creare il più grande supereroe di tutti i tempi, plasmandolo a nostro totale piacimento.
Al di là della scelta del sesso e dei pochi attributi fisici, la vera differenza tra il nostro eroe e quello di qualcun altro sarà data dall’equipaggiamento con cui decideremo di dotare il nostro adorabile eroe di quartiere, con la possibilità di creare “ibridi” talvolta idealizzati talvolta assai improbabili.
Anche in questo caso, come molti altri giochi citati in questo stesso articolo, quando si tratta di combattimenti il tutto avviene in totale autonomia da parte del gioco, che decide senza il nostro intervento le sorti degli scontri; nonostante questo, però, a causa delle numerose variabili messe in campo da Hero Zero, il tutto appare più giustificato del solito, con alcune meccaniche che vanno spesso a sfociare nel campo dei gestionali più puri.

Perché Giocarlo: Perché, oltre ad un essere un gioco davvero divertente e ben fatto, pur nella sua semplicità di fondo, ci da l’occasione di dar vita al supereroe che abbiamo sempre sognato, modellandolo sui nostri gusti.

League of Angels 3

Vi sono mancati gli angeli di GTarcade?


Publisher: GTarcade

Descrizione: Giunta alla sua terza incarnazione, quella proposta da League of Angels è ormai una formula ludica perfettamente oliata e collaudata, forte della spinta propulsiva avuta con l’incredibile successo dei due giochi precedenti.
Rispetto al passato, nonostante un’inevitabile affinamento delle meccaniche già note ai giocatori, non molto è cambiato e tutti gli utenti che avevano ormai trovato una nuova casa nei mondi dei due precedenti League of Angels si troveranno immediatamente a loro agio anche in questo terzo capitolo.
All’interno di un mondo particolarmente ricco dal punto di vista grafico (League of Angels è sempre stato molto forte da questo punto di vista) i giocatori saranno chiamati a fronteggiare un gameplay da gioco di ruolo massivo in cui gran parte dell’incedere sarà automatizzato e dove gran parte dell’attenzione richiesta al giocatore sarà spesa per la scelta dell’equipaggiamento della propria squadra.

Perché Giocarlo: Perché rappresenta l’ultimo capitolo rilasciata di una delle saghe di maggior successo per quanto riguarda gli MMORPG browser-based, graziato da un comparto tecnico di prim’ordine.

Bleach Online

Benché non controllabili direttamente, molti personaggi noti faranno la loro apparizione.


Publisher: GoGames

Descrizione: Browser game ufficiale dell’omonimo manga/anime ideato da Tite Kubo, Bleach Online si configura come un valido MMORPG da giocare direttamente in finestra, facendo propria quell’ossatura ormai perfettamente rodata che, nel corso degli anni, è stata fatta propria da un numero sempre maggiore di browser game differenti.
Scelta la classe (e conseguentemente l’aspetto) del nostro avatar, il giocatore sarà calato all’interno di un contesto fortemente guidato, in cui il rischio di non saper come procedere viene del tutto azzerato da molteplici meccanismi che, tramite pochi click, indirizzano l’utente verso la destinazione designata.
Con una necessità di esplorazione sostanzialmente ridotta all’osso, quindi, il compito principale del giocatore sarà quello di assemblare la propria squadra, potenziandone le abilità più utili ed equipaggiandone ogni membro con l’oggettistica più performante presente all’interno dell’inventario, con lo scopo di incrementare in maniera sensibile le probabilità di uscire vittoriosi dagli scontri previsti dal gioco, sia che si tratti di PvE che di PvP.

Perché Giocarlo: Perché è praticamente l’unico titolo del celebre franchise che è possibile giocare mediante una finestra del proprio browser e che, al di là dell’opera a cui si riferisce, rappresenta un valido esponente della peculiare declinazione degli MMORPG browser-based.

Throne: Kingdom at War

Pronti a reclamare il vostro diritto di eredità al trono?


Publisher: Plarium

Descrizione: Altro titolo proveniente dal catalogo Plarium, Throne fa esattamente quello che ci si aspetterebbe da un titolo di questo genere ma, contrariamente al già citato Vikings, questa volta le ambientazioni norrene sono state messe da parte in favore di un più canonico setting medievaleggiante.
Legittimi eredi al trono del Re ormai defunto, Throne ci metterà nei panni di un sovrano di una cittadina medievale che, come logico aspettarsi, necessiterà del nostro aiuto e della nostra scrupolosa guida per crescere sempre di più e mantenersi florida nel tempo.
Con le dovute differenze del caso, le parole spese in precedenza per descrivere Vikings sono valide anche per questo Kingdom at War, con numerose caratteristiche di gioco che vengono condivise da entrambi i titoli.

Perché Giocarlo: Perché per quanto riguarda i browser game strategico-gestionali Plarium è ormai una garanzia e, qualora il setting a tema vichingo non sia di vostro particolare gradimento, quello medievale adottato da Throne potrebbe introdurvi al genere nel migliore dei modi.

SAO's Legend

GameSprite porta su Browser i personaggi visti nell’anime


Publisher: GameSprite

Descrizione: Come accaduto per Bleach Online, citato in precedenza, SAO’s Legend è un browser game di genere MMORPG costruito direttamente attorno alla colonna portante dell’opera da cui ha attinto la propria licenza, in questa caso la light novel, poi “tradotta” in anime, Sword Art Online.
In ogni caso, al di là della cornice chiaramente ispirata alle avventure di Kirito e co., il gioco si articola in maniera estremamente fedele a quelle che sono ormai diventate le consuetudini del genere.
Portato a termine il (nemmeno troppo importante) compito di scegliere la classe del suo personaggio, tra quattro opzioni possibili, il giocatore verrà immediatamente calato all’interno del cuore pulsante del gioco, fatto da un mondo esplorabile con la più classica delle visuali isometriche.
In maniera decisamente prevedibile, all’utente spetterà accettare e portare a termine numerose missioni che gli verranno man mano assegnate, spesso e volentieri completabili in seguito a canonici combattimenti non interattivi il cui esito verrà deciso sulla base dei punti statistici dell’equipaggiamento delle parti in gioco.

Perché Giocarlo: Perché, al pari di altri browser game su licenza, rappresenta una delle limitatissime alternative per ritrovare all’interno di un gioco gratuito i propri beniamini dell’opera a cui il titolo è ispirato.

Dark Orbit Reloaded

Con la versione “Reloaded” il gioco è tornato al passo coi tempi


Publisher: Bigpoint Games

Descrizione: Grazie ad un supporto da parte degli sviluppatori estremamente continuativo, Dark Orbit si presenta al giorno d’oggi ancora perfettamente funzionale ed in grado di regalare soddisfazioni ai propri utenti, nonostante l’uscita originaria del gioco risalga ormai al lontano 2006.
In piena tradizione sci-fi, il gioco ci catapulterà direttamente nello Spazio, mettendoci alla guida della nostra astronave iper-tecnologica.
Scelta la fazione alla quale vorremo appartenere (ci sono tre possibilità totali, ognuna delle quali con una propria inclinazione “karmica”), il titolo di Bigpoint non si perderà in troppi fronzoli, introducendoci subito all’azione e cominciando a farci macinare esperienza e potenziamenti sin dai primi istanti.
Nella sua versione “Reloaded”, corrispondente ad un massiccio aggiornamento rilasciato dai developer, Dark Orbit appare ancora oggi decisamente al passo coi tempi per quanto riguarda l’impianto audio-visivo, talvolta regalando al giocatore “scorci di galassia” talmente belli da vedere che viene difficile credere che essi siano visualizzati mediante un gioco in finestra.

Perché Giocarlo: Perché rappresenta uno dei più divertenti e meglio supportati “MMORPG spaziali” disponibili su browser, capaci di restituire un senso di progressione tangibile ed appagante.

Dragon Awaken

Quando il gioco si fa duro, i draghi iniziano a giocare


Publisher: Global Genom Corporate

Descrizione: Evidente figlio della “covata” messa al mondo da League of Angels et simili, Dragon Awaken è senza dubbio un gioco debitore di quello specifico impianto ludico, da cui mutua diverse caratteristiche cercando però di aggiungere alla formula del proprio, con lo scopo di differenziarsi quel tanto che basta dalla concorrenza.
Per quanto i punti di distacco non siano poi moltissimi, Dragon Awaken riesce comunque nel non facilissimo compito di non risultare una mera fotocopia di tanti altri giochi, riuscendoci in primis grazie agli onnipresenti draghi di cui lo stesso titolo del gioco parla. Quasi come se fossero mostriciattoli di nintendiana memoria, le leggendarie bestie sputa fuoco sono presenti in abbondanza all’interno di Dragon Awaken e, una volta fatte proprie, sarà possibile schierarle in battaglia per ottenere un vantaggio competitivo di indubbio valore.
Le stesse battaglie, poi, scrollandosi di dosso quel fardello derivato dal totale automatismo presente in molti MMORPG browser-based, danno all’utente una discreta possibilità di scelta, cosa quanto mai apprezzata all’interno del genere.

Perché Giocarlo: Perché offre al giocatore molta più scelta strategica di quanto quest’ultimo sia ormai abituato ad avere, condendo il tutto con la presenza di possenti draghi che, diciamocelo, fanno sempre la loro figura.

Special Guest: Drakensang Online

Quando i browser incontrano l’hack’n’slash


Publisher: Bigpoint Games

Descrizione: Sebbene con qualche impedimento, a causa dell’obsolescenza di Java che non è più supportato dai browser più recenti, e nonostante la maggior parte dell’utenza del titolo abbia preferito continuare la propria esperienza col gioco sulla più performante versione client-based, Drakensang Online è un titolo nato come browser game e, a patto di utilizzare il vecchio Internet Explorer (o altre versioni meno recenti dei vari browser web), la magia di giocare con questo titolo dalla finestra del proprio browser è ancora possibile.
Sebbene i progressi tecnologici abbiano inevitabilmente edulcorato l’impatto che il primo avvio del gioco può avere su un nuovo utente, quando uscì per la prima volta sul mercato Drakensang Online fu un vero gioiellino ed un piccolo miracolo, dato che difficilmente si era visto prima un vero e proprio hack’n’slash giocabile dal browser con una tale ricchezza grafica ed una così profonda complessità di gameplay.
Nonostante ad oggi le alternative non manchino di certo, se avete voglia di immergervi in un titolo del genere ma temete le richieste hardware della concorrenza, il gioco di Bigpoint potrebbe seriamente fare al caso vostro.

Perché Giocarlo: Perché, pur non arrivando ad ergersi ai vertici della categoria, resta un’hack’n’slash di pregevolissima fattura che, ad un costo d’accesso nullo, saprà garantirvi ore di appagante gameplay.


Immagini allegate:

La rubrica

Liste tematiche di browser game raggruppati in base ad alcune loro peculiarità quali ambientazione, tipo di gameplay, data di uscita, lingua, etc...

Social network

N.D

Pubblicità