RAID: Shadow Legends \ La guida completa per principianti (e non)


Abbiamo già avuto modo di tessere le lodi di RAID: Shadow Legends nella nostra recensione, elogiandone soprattutto la profondità nell'aspetto più GdR del titolo.
In questo articolo cercheremo dunque di darvi una mano a comprendere nel migliore dei modi le meccaniche di questo gioco, permettendovi di avere un forte vantaggio nei confronti di tutti i giocatori più "casual".
Massimizzare la propria efficienza è importante per tutti, ma diventa fondamentale per i giocatori free, che in questo modo potranno minimizzare il divario con i giocatori paganti.

Errori iniziali da evitare assolutamente

Quando si è dei completi novellini, è facile imbattersi in errori che, seppur banali, possono rallentare (di molto!) i vostri progressi. Ecco alcuni aspetti sui quali è fondamentale iniziare a ragionare sin da subito:

Scelta dell'eroe iniziale

Il vostro eroe iniziale vi traghetterà per tutta la prima parte di gioco. Tutte e 4 le opzioni disponibili sono buone, ma alcune sono eccellenti anche per le fasi future, mentre altre diventeranno abbastanza inutili dopo 1 mesetto di gioco.
Kael si rivela essere la scelta migliore per gran parte del vostro "percorso". E' un eroe formidabile non solo per campagna e dungeon, ma anche per le sfide contro il Clan Boss... tuttavia, diventerà un po' obsoleto quando avrete sbloccato alcune maestrie avanzate (cosa che avverrà dopo alcuni mesi).
Athel al contrario inizia un po' sottotono, ma è forse l'unica che potreste avere nel vostro team anche dopo 1 anno di anzianità. Galek è universalmente riconosciuto come la scelta peggiore, mentre Elhain se la cava benaccio in PvP, anche se dopo un po' sentirete il bisogno di rimpiazzarla.

Sfide, obiettivi, missioni... ed ordine progressivo

I nuovi arrivati nel gioco hanno un aiuto enorme dato dalle ricompense del sistema di sfide ed obiettivi. Sfide ed obiettivi sono, come potrete intuire, una serie di traguardi da raggiungere per ottenere degli importanti premi che accelereranno notevolmente il vostro progresso.
Seguire le direttive date da tali missioni è non solo utile a capire dove direzionare i vostri sforzi per progredire uniformemente in tutte le aree (fungono un po' da tutorial), ma anche fondamentale per ottenere dei premi praticamente irrinunciabili se volete avere un account potente. Assicuratevi di procedere nell'ordine pensato dagli sviluppatori: se avete completato le missioni #1, #2 e #3, e poi vi siete bloccati sulla #4, è inutile completare la #5, #6 e #7, perchè dovrete completarle nuovamente (a meno che non si tratti di missioni che possono essere completate una volta soltanto, nel qual caso vi verranno abbonate) dopo aver finalmente completato la #4.
E lasciatevelo dire da uno che è dovuto tornare indietro di circa 20 missioni: NON è piacevole!

Il timing è tutto: l'importanza di eventi e tornei

In RAID: Shadow Legends ci sono molte cose da fare per progredire: allenare campioni, evocare campioni, trovare manufatti, potenziare manufatti, combattere nell'arena, e così via...
Se non avete una particolare urgenza di svolgere una determinata attività, è fondamentale attendere tutto il tempo necessario prima di svolgerla, pur di svolgerla nel momento in cui vi è un torneo od evento che la riguardi.
Facciamo un pratico esempio: avete 3 schegge sacre e 2 schegge del vuoto, non vedete l'ora di utilizzarle perchè siete impazienti di trovare un nuovo leggendario, così senza pensarci un attimo le aprite tutte.
2 giorni dopo inizia l'evento riguardante l'evocazione dei campioni, che offre ricchi loot a chiunque raggiunga tot punti. A quell'evento non prenderete alcunchè, perchè non avete schegge da utilizzare.
Se aveste aspettato ad aprire quelle che avevate, adesso avreste quasi 2000 punti all'evento.

L'importanza dell'energia

Sebbene all'inizio la questione energia non sia un vostro problema (grazie a sfide e missioni ne avrete in abbondanza), ben presto diventerà uno dei fattori cruciali da tenere a mente per progredire velocemente. Non sprecatela, ossia non imbarcatevi in battaglie al di sopra del vostro livello, e non raccogliete immediatamente ogni premio vi procuriate. Ad esempio, se avete portato a termine una sfida con energia in premio, potete aspettare quanto tempo volete prima di raccoglierla (a differenza delle missioni, queste non sono progressive)... attendete dunque l'arrivo di un evento per il quale il boost di energia vi permetterà di raccogliere ricompense maggiori.

Meccaniche di base, ma non troppo

In questo paragrafo parleremo di alcune delle meccaniche di base del gioco, che tuttavia tanto basilari o scontate non lo sono, anzi... Concetti come quello del contatore di turno o delle sottostatistiche dei manufatti vengono regolarmente sottovalutati non solo dai novellini, ma anche dai giocatori più avanzati, che a causa di questo si ritrovano poi puntualmente in fase di stallo.

Il contatore di turno, e l'importanza della velocità

Croce e delizia di ogni giocatore di RAID è il Contatore di Turno, ossia quella barretta gialla sotto alla barra verde dei punti vita (HP) che determina chi abbia diritto ad attaccare.
Il combattimento a turni, infatti, non è "democratico", non prevede un'alternanza predefinita di turni regolari, ma funziona in una maniera un po' più complicata.

All'inizio di ogni battaglia, ciascun eroe parte con il contatore a 0. Dopodichè, ciascun eroe inizia a riempire il suo contatore di turno in base alla sua velocità (VEL), che dipende sia dall'attributo base di ciascun campione, che dai manufatti equipaggiati, dalle maestrie in possesso dell'eroe, etc...

Il primo che arriva a 100 attacca e resetta il suo contatore di turno.
A quel punto la "corsa" continua, il secondo che arriva a 100 attacca e resetta, e così via per tutta la battaglia.

Campioni particolarmente veloci, dunque, possono attaccare anche 2 volte di fila... pensiamo ad un 1vs1 in arena, con un campione con velocità 201 ed uno con velocità 100: il primo riempirà il suo contatore, attaccherà, e lo riempirà una seconda volta prima che il suo avversario faccia in tempo ad effettuare il suo primo attacco.

Per questa ragione la VEL è l'attributo più importante di tutto il gioco: se non riuscite a progredire e siete in stallo, specialmente nel PvP, e non ne capite il perchè... al 90% il vostro team ha problemi di velocità.

Manufatti, statistiche e sottostatistiche

Un aspetto al quale la maggior parte dei novizi non pensa assolutamente è che vi sono dei manufatti comuni da 4* stelle che possono rivelarsi di gran lunga migliori di manufatti leggendari a 6* stelle!
Sì, è vero, le stelle e la rarità sono elementi importanti, ma da soli non bastano a rendere un manufatto adatto al vostro eroe, e per capire il perchè andiamo a vedere come funziona esattamente il sistema di manufatti.

Ciascun manufatto ha una sua caratteristica base, che trovate scritta in alto.
Vi sono poi delle sottostatistiche, 4 in tutto, che nel caso dei manufatti leggendari sono disponibili sin da subito, mentre negli altri casi verranno sbloccate mano a mano che potenzierete i manufatti.
I manufatti epici hanno 3 sottostatistiche sbloccate, con la quarta che si sbloccherà al liv. 16; quelli rari ne hanno 2, con la terza e la quarta che si sbloccheranno ai livelli 12 e 16. Gli inusuali le sbloccheranno ai livelli 8, 12 e 16, ed i comuni ai livelli 4, 8, 12 e 16.
Se potenziate un manufatto ad uno dei livelli-chiave (4, 8, 12 e 16) ma questo non sblocca alcuna nuova sottostatistica (poichè già sbloccata in partenza), il sistema incrementerà il valore di una delle sottostatistiche già disponibili.
Ad es: un manufatto leggendario di livello 16 avrà 4 sottostatistiche come un banale manufatto comune di livello 16, tuttavia (a parità di stelle) il primo avrà delle sottostatistiche migliori poichè esse avranno ricevuto 4 step di potenziamento ai livelli 4, 8, 12 e 16.
La statistica di base, invece, viene potenziata ad ognuno dei livelli-chiave, ed è quindi la più importante in assoluto, poichè è l'unica che raggiungerà cifre davvero importanti una volta che il manufatto sarà stato potenziato a dovere.

Vi sono poi le stelle, da 1* a 6* per ciascun manufatto.
Queste stelle determinano l'entità dei bonus forniti dal manufatto, ad es. un manufatto con 3* con VEL come caratteristica base, potenziato al livello 16, apporterà un bonus di 30 punti. Uno con 5* ve ne fornirà 40.

A questo punto, possiamo fare alcune considerazioni.

Per prima cosa, bisogna notare come un manufatto leggendario, se non supportato da un adeguato numero di stelle, risulterà abbastanza inutile: inutile avere la possibilità di potenziare per 4 volte una sottostatistica, se questa non raggiungerà comunque il valore di una sottostatistica mai potenziata di un manufatto comune a 6* stelle.
Lo stesso discorso vale anche al contrario, anche se in misura minore: un 6* stelle comune avrà grossi valori nella sua statistica di base, ma il suo apporto sarà limitato sotto qualsiasi altro punto di vista.

Inoltre, ciascun manufatto deve essere cucito su misura per il campione al quale lo state riservando, soprattutto per quanto riguarda la caratteristica di base... ad esempio, se avete degli stivali leggendari 6* stelle con ATT come caratteristica base, complimenti: avete un pezzo di equipaggiamento inutile!
Gli stivali sono l'unico pezzo sul quale potreste trovare la VEL come caratteristica base, ed è quasi obbligatorio (quantomeno a livelli alti) equipaggiare i vostri migliori campioni con stivali di velocità... o al più con valori in % della caratteristica prediletta dall'eroe (ad esempio ATT% per un campione offensivo, o DIF% per uno difensivo)... stivali con ATT a valore fisso sono uno spreco totale!

Stesso discorso per i guanti, unico pezzo che potrebbe riservarvi i valori TASS DEC% o DANNO DEC%.

Queste le statistiche base che potete trovare su ciascun pezzo d'equipaggiamento:

Arma (ATT)
Elmetto (HP)
Scudo (DIF)

Guanti (TASSO DEC%, DANNO DEC%, HP, HP%, ATT, ATT%, DIF, DIF%)
Armatura (ACC, RES, HP, HP%, ATT, ATT%, DIF, DIF%)
Stivali (VEL, HP, HP%, ATT, ATT%, DIF, DIF%)

Da notare dunque come nei primi 3 casi sia necessario puntare su manufatti con ottime sottostatistiche, perchè quelle di base non sono particolarmente interessanti... per quanto riguarda invece guanti, armatura e stivali, è fondamentale avere pezzi con statistiche di base espresse in percentuale.

La campagna PvE

Le battaglie della campagna sono cruciali per tutti i giocatori: i novellini passeranno qua il 95% del loro tempo, ma anche i più veterani vi torneranno regolarmente per fare esperienza. Le battaglie della campagna sono infatti quelle con il miglior rapporto fra energia spesa e punti esperienza guadagnati, e sono la scelta obbligata per far salire di livello i pasti sacrificali da dare ai nostri campioni per salire di grado.

Un nuovo giocatore non dovrà quasi neanche avvicinarsi ai dungeon fino a che non avrà completato tutte le battaglie della campagna in modalità "Normale", e non passerà molto prima che si debba dedicare anche alle difficoltà "Tosto" e "Brutale". Le battaglie della modalità campagna, oltre ad offrire paccate di esperienza ai nostri eroi, sono anche un'eccellente fonte di manufatti, schegge misteriose ed eroi (alcuni dei quali molto forti, come Warmaiden o Spirithost).
Inoltre, ottenere le stellette (1 per ogni stage completato, 2 se senza subire perdite, 3 se con soli due eroi) sarà fondamentale per reclamare le ricompense previste dal gioco, tutte molto succulente.

Insomma, ad esclusione del livello Incubo (effettivamente riservato a giocatori molto avanzati), la campagna è la nostra fonte primaria di risorse per far crescere il nostro account, ed è qui che dovremo spendere la maggior parte della nostra energia.

Come dicevo prima però, anche quando avrete terminato la campagna in modalità Brutale, dovrete comunque tornarci regolarmente per livellare il vostro "cibo", ossia gli eroi che sacrificherete per far salire di grado i campioni in Taverna.
Il livello migliore (in termini di rapporto energia\esperienza) per salire di livello è il n.3 del capitolo 12 (l'ultimo), o in alternativa il livello n.6 dello stesso capitolo. Questi stage danno più punti esperienza del capitolo 7, che richiede pure un punto energia addizionale.
Per livellare il vostro cibo in maniera ottimale dovrete utilizzare un eroe (spesso quello con cui siete partiti) superpompato in grado di ripulire il livello anche da solo, ed affiancargli i 3 cibi che volete far salire di livello. I 3 cibi moriranno subito, il supercampione vincerà da solo, e l'esperienza verrà equamente distribuita fra i 4 campioni di partenza.
Il supercampione per riuscire nell'impresa dovrà avere dei buoni attacchi AoE (Area of Effect, ossia in grado di colpire tutti i nemici presenti), e possibilmente un equipaggiamento con il set Rubavita.

I dungeon

I dungeon sono tutto un altro paio di maniche. Se le battaglie della campagna si possono passare senza starsi a scervellare troppo (basta avere qualsiasi eroe sufficientemente equipaggiato e livellato), i dungeon, quantomeno dal livello 7 in su, possono essere un gran casino.
Richiederanno team dedicati scelti accuratamente sulla base delle caratteristiche uniche di ciascun boss, ed anche l'equipaggiamento dovrà necessariamente essere studiato per le esigenze specifiche di ciascun eroe.
Qui, in pratica, comincia il bello, perchè sarete obbligati a ragionare su tutti i buff, debuff, attributi, maestrie e quant'altro di cui avrete bisogno.
Esempio: il Cavaliere Pirico richiede diversi campioni con attacchi multi-hit per sfondare il suo scudo, o dal livello 7 in poi sarà impossibile da battere... se avete un team di 5 campioni leggendari di livello 60 al livello massimo di ascensione con equipaggiamento top, ma nessuno di questi ha un attacco multi-hit, non avrete alcuna chance.
Al contrario, un team con gli eroi giusti e l'equipaggiamento ad hoc pensato per contrastare i punti di forza del Cavaliere Pirico, può ambire alla vittoria anche se gli eroi in questione non sono di livello molto elevato e l'equipaggiamento non è stato potenziato a dovere.

Antro del Drago

Questo Dungeon ci consentirà di ottenere alcuni dei manufatti più potenti del gioco... nella schermata di selezione del livello, sulla sinistra, potrete visualizzare l'elenco dei set i cui elementi potranno essere rilasciati in seguito ad una vittoria.
Le caratteristiche del Drago sono principalmente due...

La prima è il suo attacco "Scottatura": un attacco potentissimo che vi lascerà storditi senza possibilità di resistere al debuff... l'unico modo per evitare ciò è quello di infliggere al drago un quantitativo sufficiente di danni nell'arco di un turno.

La seconda caratteristica è la sua alta capacità di elargire debuff (stordimento, indebolimento, riduci attacco e veleno).

Alla luce di ciò, è necessario avere nel proprio roster degli eroi capaci di provocare forti danni in un colpo solo (ad es. Coldheart, Knight Errant, o l'eroe con cui avete iniziato) nonchè campioni in grado di bloccare e rimuovere i debuff dai propri compagni (ad es. Spirithost, Steelskull, Doompriest).

Sono inutili eroi in grado di manipolare il Contatore di Turno (ad es. Alure) dato che il Drago ne è immune.

Picco del Golem di ghiaccio

Come il Drago, anche il Golem di Ghiaccio rilascia i migliori manufatti di alcuni particolari set.
La caratteristica unica del Golem è la sua abilità passiva che farà resuscitare i suoi due potenti minion ogni qual volta i suoi HP scenderanno al di sotto di certe soglie (che cambiano a seconda del livello).

Il modo migliore per affrontarlo è dunque con un campione che abbia degli attacchi che bloccano le revitalizzazioni (ad es. Armiger, Conquerer, Fenax): sarà vostra cura far sì che il colpo decisivo a ciascun minion arrivi tramite suddetto attacco, così da non avere più il pensiero dei minion per il resto della battaglia.

Antro del Ragno

Uno dei dungeon più difficili di RAID!
Se nei due precedenti sia possibile cavarsela anche senza un team perfettamente ad hoc (quantomeno per i primi 15 livelli), l'Antro del Ragno sarà un incubo sin da subito qualora non abbiate i campioni adeguati. Caratteristica del Ragno è quella di spawnare orde di piccoli, fastidiosissimi ragnetti che non vedono l'ora di avvelenare i nostri campioni. Come se non bastasse, qualora non dovessimo riuscire ad ucciderli tutti prima della fine del turno, Skavag (questo il nome del ragno) li mangerà tutti, guarendo portentosamente.
Insomma, un gran bel casino, dal quale se ne esce solo avendo degli eroi con attacchi primari AoE, in grado di uccidere in un colpo solo tutti i ragnetti sul campo, nonchè campioni in grado di influenzare il contatore di turno (ad es. Alure, Tomb Lord) per rallentare il ragno ed impedirgli di attaccare.

Castello del Cavaliere Pirico

Il Cavaliere Pirico è dotato di uno scudo che lo rende praticamente invincibile. Fino a che lo scudo è attivo, il Cavaliere riceve danni risibili ed è immune ai debuff... in pratica, è invincibile.
Con lo scudo fuori uso, è invece molto vulnerabile a qualsiasi attacco, specialmente quelli che ne riducono il contatore di turno (Alure e Coldheart sono le star indiscusse), diventando una preda quasi banale da sconfiggere.
Per mettere fuori uso lo scudo, bisogna colpirlo con un numero X (che varia a seconda del livello) di colpi. Nei livelli più alti, questo numero equivale a 10, il che significa che sono necessarie due cose: un buon numero di campioni con attacchi primari multi-hit (ad es. Athel o la stessa Coldheart), dei set di artefatti per contrattaccare e\o dei campioni in grado di piazzare dei buff "Contrattacco" sui nostri eroi.

Il piano sarà dunque quello di dare alcuni colpi allo scudo PRIMA dell'inizio del nostro turno, grazie ai contrattacchi; poi colpiranno i campioni con attacchi multi-hit; infine entreranno in gioco quelli per la riduzione del contatore di turno per prolungare lo stato di vulnerabilità del cavaliere ed affondare i colpi decisivi.

Labirinto del Minotauro

Il labirinto non richiede alcuna precauzione particolare, se non quella di mettervi in gioco dei campioni di buon livello. Verosimilmente sarà il primo dungeon che sarete in grado di completare al livello più alto, e non ci sono indicazioni particolari a riguardo.

Fortezza della forza

Anche questa è una fortezza abbastanza facile da espugnare, anche ad alti livelli, anche senza un team dedicato.
L'unica particolarità del boss è la sua altissima difesa, quindi eroi in grado di piazzare un debuff RIDUCI DIF, o eroi in grado di ignorare la difesa avversaria, sono molto utili, ma non indispensabili (se il resto del team è sufficientemente potente).
Inoltre, possono far comodo degli eroi in grado di rimuovere i debuff, dato che il boss è in grado di piazzare stordimenti e riduzioni di attacco senza possibilità di resistervi.

Il boss è sensibile alle manipolazioni del contatore di turno.

Fortezza dell'arcano

La fortezza forse più facile in assoluto.
L'unico accorgimento qua è quello di portare almeno 2-3 campioni in grado di piazzare un buff (qualsiasi) su tutti gli alleati: gli attacchi dell'Arcano sono infatti abbastanza deboli, ma diventano potentissimi (aumentati del 75%) se non abbiamo alcun buff attivo.

L'Arcano è sensibile alle manipolazioni del contatore di turno.

Fortezza della magia

Fortezza dello spirito

Fortezza del vuoto

Eventi e tornei

La prima regola è quella di non partecipare seriamente a qualsiasi evento vi capiti davanti.
A meno che non siate disposti a spendere centinaia di euro al mese, è impensabile riuscire ad arrivare ai premi top di ogni evento, quindi è meglio concentrare i propri sforzi su un evento al mese, di cui aggiudicarsi le ricompense migliori, piuttosto che accontentarsi delle briciole di ogni evento vi capiti di fronte.
Per un giocatore free to play, l'unico modo per avere quegli ambitissimi tomi leggendari messi in palio come premi finali di molti tornei consiste nel prepararsi con largo anticipo.
Esempio: c'è l'evento inerente l'evocazione di campioni ed avete 2 schegge sacre? Non apritele! Con 2 schegge sacre non riuscireste comunque, in alcun caso, ad arrivare ai punti necessari per aggiudicarvi le ricompense finali... tenetele piuttosto per la prossima volta, che sarà magari 14 giorni dopo, nei quali accumulerete altre schegge sacre... e a quel punto, con 4-5 schegge sacre, potrete finalmente completare l'evento nel migliore dei modi.
Lo stesso discorso vale per praticamente qualsiasi tipo di evento\torneo: accumulate del cibo 5* pronto prima dell'evento dell'allenamento dei campioni, gettoni dell'arena per l'evento Assalto all'Arena, e così via... solo preparandovi in anticipo potrete godere di quel boost iniziale necessario per raggiungere il traguardo.

- Ecco quali sono le risorse da non utilizzare se non durante un evento dedicato: schegge antiche, schegge del vuoto, schegge sacre, polli, birre xp, gettoni arena.

- Queste invece le risorse di cui limitare l'uso in assenza di eventi: ricariche di energia, schegge misteriose, gemme, eroi-cibo.

Il mercato

Il mercato è un edificio molto interessante, e non è un caso che molti giocatori decidano di sbloccarne tutti gli slot.
I manufatti che vi troverete solitamente non sono granchè, anche se alle volte qualcosa di giusto al momento giusto (per un giocatore alle prime armi) capita.
Ciò che dovete comprare sempre sono le schegge misteriose, che per soli 5000 argento vi saranno molto utili. Anche i campioni 2* da 39k sono generalmente una buona scelta, per avere tonnellate di cibo pronto per il prossimo evento di allenamento dei campioni.

Come spendere le gemme

Anche i giocatori free-to-play si ritroveranno spesso con gemme da spendere. Qual è dunque il modo migliore per farlo?

Prima di tutto, la miniera: aumentatela al massimo. Se giocherete almeno 100 giorni, la matematica dice che avrete fatto un buon investimento. Se giocherete meno di 100 giorni, inutile starsi a scervellare su quale sia il modo migliore per spenderle.

A seconda del vostro stile di gioco, anche gli slot aggiuntivi della Fossa d'Allenamento sono una buona idea, mentre non è molto sensato potenziarne la velocità.

Un investimento ancora più a lungo termine è quello negli slot del mercato, che in effetti inizierà a pagare solo dopo diversi mesi di gioco.

Per il resto, se l'efficienza è la vostra priorità #1 (e se siete giocatori free, lo è di sicuro) vi è un unico, solo modo migliore per spendere le vostre gemme: in ricariche di energia.
Potreste essere tentati di spendere gemme per le schegge, ma vi renderete presto conto che la lotteria delle schegge quasi mai riserva buone sorprese, e vi ritroverete con decine di campioni inutili a fare la muffa.
Potreste essere tentati dai pack argento, ma acquistare energia e poi grindare sul livello 12-3 è molto più efficiente (ed in più vi dà XP!).
Insomma, se volete massimizzare le vostre possibilità, i refill di energia sono senza dubbio la scelta migliore.

Autoclicker: come rendere il grinding meno doloroso

Premessa: il tema in questione fa parte di una grey area del regolamento al confine fra il consentito ed il proibito.
Prima di scrivere questo paragrafo, ho verificato sia nel regolamento che sul forum del gioco per trovare linee guida ufficiali a riguardo, ed al momento della stesura di questo articolo (Marzo 2020) non vi è alcuna regola che impedisce o limita l'utilizzo degli autoclicker.

Di cosa si tratta?
Un autoclicker è un programma in grado di cliccare un punto dello schermo al posto nostro.
Mettiamo che dovete grindare il Labirinto del Minotauro, e fare centinaia di run sullo stesso... stiamo parlando di ore di gioco, nelle quali ogni 2-4 minuti dovrete controllare se il run è terminato, cliccare "Replay", e tornare a fare ciò che stavate facendo, ma solo per 2 minuti, perchè poi dovrete di nuovo controllare, cliccare, etc... insomma, una grande scocciatura.
Con un autoclicker potete lasciare che il vostro PC faccia tutto da solo mentre andate a dormire, e ritrovarvi la mattina con tutte le pergamente di cui necessitate.
In che modo?
Fate partire una battaglia ed aspettate che finisca (si spera vincitori). Quindi, impostate l'autoclicker per cliccare in corrispondenza del bottone "Replay". Settate un timer di 30 secondi, e fate partire l'autoclicker. Andate a dormire e... buona notte! :)

Esistono decine di autoclicker gratuiti e semplici da usare, sia per PC che per MAC che per dispositivi mobili... scegliete liberamente quello con cui vi trovate meglio.

Il gioco

Tipo: gioco da scaricare

Genere: mmorpg

Ambientazione: fantasy

MMORPG 2020 di eroi collezionabili - Crea la tua squadra di eroi. Allenali. Equipaggiali. Impara a conoscerne forze e debolezze... ed infine schierali nelle campagne PvE ...

leggi la recensione o Gioca ora!

Social network

N.D

Pubblicità