Echo of Soul

MMORPG fantasy vecchia scuola - Aeria Games ci porta in un mondo a tema fantasy in cui meccaniche old school e grinding estremo la fanno da padrone

Gioca ora!

Gioco da scaricare

Solo in Inglese

Genere:
mmorpg

Ambientazione:
fantasy

Screenshot [click per ingrandire]

In breve...

Echo of Soul è un MMORPG giocabile gratuitamente dopo averne scaricato il relativo client di gioco.
L’esperienza offerta dal titolo è incapace di mostrarsi all’altezza delle trovate moderne implementate nel gameplay, restando ancorata ad una formula vecchia e fin troppo scricchiolante.
Le classi disponibili sono sei, tutte gender-lock e con scarse possibilità di personalizzazione.
Fortunatamente, ognuna di queste potrà contare, da un certo livello in avanti, sulla possibilità di diramarsi in due specializzazioni differenti, spesso pensate con build totalmente differenti tra loro.
L’incedere del gameplay è piuttosto ripetitivo, cosa assolutamente evidente durante le varie quest che ci troveremo a portare a termine.
Lungi dallo staccarsi da meccaniche tipicamente classiche, Echo of Soul incarna alla perfezione il significato di “festa del grinding”, dove tra miriadi di nemici da sconfiggere e oggetti da recuperare non c’è posto per quasi nient’altro.

➔ Punti principali:

  • Gameplay MMORPG preso di peso dai titoli del passato.
  • Soul System che ci permette di potenziare uno tra quattro attributi differenti assorbendo le anime dei nemici sconfitti.
  • Combattimenti statici e basati su meccaniche arretrate.
  • Comparto stilistico del gioco buono.

Trailer

Recensione completa

Da queste parti di MMORPG ne abbiamo visti veramente tanti;
Con alcuni di essi ci siamo veramente divertiti, abbiamo imparato ad amarli e ci hanno regalato ore ed ore di spensierato divertimento, con altri, invece, non siamo riusciti a trovare quel feeling caratteristico dei primi, a causa di mancanza che, ciononostante, non ci hanno impedito del tutto di goderci il gioco.
Altri ancora, infine, ci hanno lasciato con un retrogusto amaro dopo averli provati, quasi a farci pentire del tempo dedicatogli.

Al giorno d’oggi diventa sempre più difficile valutare in maniera obiettiva un nuovo esponente del genere che prova ad affacciarsi sull’affollato panorama degli MMORPG.
Tra ambientazioni e gameplay di ogni tipo le opzioni di sicuro non mancano e accade sempre più di rado un nuovo gioco riesca ad imporsi con qualcosa di totalmente innovativo.

Echo of Souls di Aeria Games come si dimostrerà dinnanzi a questo panorama ormai saturo? Riuscirà a ritagliarsi un proprio spazio o è destinato a restare nell’anonimia?

Un po’ di storia!

L’incipit narrativo di Echo of Soul non offre nulla di particolarmente nuovo o rivoluzionario e, al solito evento epocale in grado di sconvolgere le sorti di un intero pianeta, evento qui rappresentato da una estenuante lotta tra divinità e giganti (conclusasi in sfavore di quest’ultimi), a cui si alterna un altrettanto solito prescelto (il giocatore), selezionato tra tanti per ristabilire l’ordine corretto delle cose, dopo che il sangue del re dei giganti ha corrotto il creato portando morte, distruzione e tante altre allegre cosette.

A fronte di una sceneggiatura non particolarmente originale, però, va riconosciuto ad Echo of Soul il merito di saper raccontare discretamente la propria storia, non offrendo di certo picchi di qualità narrativa mai raggiunti prima, ma col pregio di offrire al giocatore un racconto comunque godibile e degno di essere narrato.

Per quanto tecnicamente sia indietro, alcuni scorci si fanno apprezzare

A fronte di una sceneggiatura non particolarmente originale, però, va riconosciuto ad Echo of Soul il merito di saper raccontare discretamente la propria storia

Tutti uguali ma tutti bellissimi!

Nel momento in cui ci troveremo ad effettuare quella che è la creazione del personaggio, ci imbatteremo immediatamente contro uno dei limiti di Echo of Soul.
Le classi tra cui scegliere sono soltanto sei, compreso il neo-introdotto Warlock.

Da un lato puramente quantitativo, la presenza di sole sei classi, non fa certo gridare al miracolo, soprattutto considerando che, tra quelle offerte, si fa veramente difficile riuscire a trovare qualche tratto che non rientri negli stilemi più classici della ruolistica fantasy.
Perlomeno, ogni classe possiede due specializzazioni tra cui, arrivati ad un certo livello, potremo optare per far evolvere il nostro personaggio in una determinata maniera; la cosa buona è che, spesso, le due specializzazioni sono tra loro agli antipodi, permettendo approcci radicalmente differenti pur partendo dalla stessa classe di base.

La personalizzazione estetica dei personaggi è piuttosto limitata

...si fa veramente difficile riuscire a trovare qualche tratto che non rientri negli stilemi più classici della ruolistica fantasy.

Purtroppo, tutte le classi sono gender-lock, il che significa che ci sarà impossibile modificare il sesso del nostro personaggio, dovendoci accontentare di quello scelto dagli sviluppatori per ciascuna classe.

La personalizzazione estetica, all’infuori di una manciata di capigliature, qualche caratteristica del volto e poco altro, è veramente risicata e i parametri su cui è possibile agire difficilmente saranno sufficienti a differenziare in maniera netta tra loro i vari personaggi, risultando in una complessiva accozzaglia di avatar quasi del tutto simili.

La minestra è servita

Mouse e tastiera alla mano, Echo of Soul si comporta esattamente come ci si aspetterebbe da un MMORPG di dieci anni fa.
Il gameplay è semplicemente privo di mordente e nulla o poco più viene offerto al giocatore in modo che egli continui la sua permanenza sui server di gioco.

La progressione è data dalle numerosissime quest che ci verranno assegnate a ripetizione e che, come da copione, sono la festa del grinding più sfrenato.
Le occasioni in cui tra gli obiettivi di missione non sia richiesto il classico “vai al punto A e uccidi tot. mob X” si potranno contare sulle dita di una mano monca e, più in generale, il gioco fa di tutto per incastrarvi in questo schema.

Il sistema di combattimento è anch’esso ancorato a meccaniche piuttosto datate e privo di quella scioltezza di cui sono dotati molti degli esponenti odierni del genere, con meccanismi più votati all’azione.

Il sistema di combattimento è statico e basato unicamente sull'uso delle abilità

Da precisare che, per quanto la staticità degli scontri vecchia scuola mal si sposa con i gusti degli utenti di oggi, tale caratteristica non è per forza classificabile come un difetto e, a conti fatti, potrebbe anche venir apprezzata da qualche nostalgico dei tempi che furono.

Le occasioni in cui tra gli obiettivi di missione non sia richiesto il classico “vai al punto A e uccidi tot. mob X” si potranno contare sulle dita di una mano monca

Se sul fronte PvE il gioco non impressiona, grazie alla ciclica ripetizione di schemi di gioco fin troppo abusati, nemmeno sul lato PvP il titolo sembra avere granché da dire.
Per quanto combattere contro altri giocatori potrà risultare a tratti divertente, la noia e la frustrazione sono sempre in agguato, specialmente a causa di una pessima gestione del matchmaking che tende ad abbinare giocatori di livello e abilità non sempre adeguati.

Piuttosto classiche anche le modalità che, tra battaglie di gilda, dungeon e scontri diretti tra giocatori fanno il loro dovere senza impressionare.

Meritevole di menzione è il cosiddetto Soul System che, almeno in via teorica, permette di approfondire meglio il proprio personaggio donandoli varie sfumature in base alle nostre inclinazioni.
Sconfiggendo i nemici, otterremo delle anime del caos che, una vola purificate, potranno essere legate ad una tra quattro particolarità abilità (denominate coraggio, speranza, pace e innocenza) che potranno poi essere impiegate in battaglia.
Queste abilità potranno essere potenziate e, al livello massimo, garantiranno effetti decisamente sostanziosi.

Per quanto il Soul System sia una buona idea, la sua implementazione, insieme ad altre meccaniche tanto decantate dal gioco ma in fin dei conti molto marginali (come il sistema di “fame”, che ci obbliga a nutrire il nostro personaggio), non incide poi molto sull’economia di gioco, rendendola un’aggiunta gradevole ma assai poco significativa.

L’eredità dei giganti

Il Soul System è un'idea buona ma poco sfruttata

Senza girarci troppo attorno, l’aspetto tecnico di Echo of Soul appare piuttosto arretrato ed incapace di rivaleggiare ad armi pari con altri titoli concorrenti, che hanno fatto del comparto visivo il proprio cavallo di battaglia.

Se tecnicamente c’è poco da fare, l’aspetto artistico del gioco è in grado di risollevare in parte le sorti del titolo, capace com’è di restituire al giocatore scorci a tratti incantevoli ed un design di personaggi e mostri che, seppur mostra il fianco a qualche plagio stilistico di troppo, risulta veramente ben fatto.

Se tecnicamente c’è poco da fare, l’aspetto artistico del gioco è in grado di risollevare in parte le sorti del titolo

Conclusioni

In definitiva, possiamo dire che Echo of Soul è un titolo che non offre nulla al giocatore per fare in modo che questo continui a giocare sui suoi server.

Le meccaniche proposte ruotano allo stile di gioco tipico degli MMORPG vecchia scuola, risultando praticamente inalterate rispetto a titoli vecchi di anni e anni.

Per quanto ci si sforzi, viene davvero difficile riuscire a consigliare Echo of Soul; da una parte alternative recenti non mancano di sicuro, con il vantaggio di avere dalla loro un gameplay evidentemente più fresco e moderno, dall’altro lato, anche facendo paragoni con titoli più anzianotti, Echo of Soul esce con le ossa rotte da tutti i confronti, impossibilitato a competere coi titoli che hanno fatto la storia del genere.

Pronto ad entrare nel mondo di Echo of Soul? Clicca per giocare ora!
Disponibile l'espansione Wrath of the Goddess per Echo of Soul

Aeria Games ha finalmente ufficializzato l’uscita della nuova espansione di Echo of Soul, disponibile in-game già da qualche giorno. Il nuovo update, chiamato Wrath of the Goddess, introduce nel gioco diversi nuovi contenuti tra cui un nuovo livello massimo raggiungibile, nuovi dungeon, un nuovo continente e molto altro ancora ... » continua

Grafica: full 3D
PvP: gilde o fazioni match o duelli PvE PvP
Influenza cash shop: medio
Exp rate: veloce

Originalità
Da citare senza dubbio il Soul System che, tramite la purificazione di determinate anime, permette di far crescere una tra quattro abilità speciali dedicate. Breve menzione anche al sistema di fame che ci garantirà svariati bonus in base al cibo con cui nutriremo il nostro personaggio.

Cosa Ci È Piaciuto..

Narrativa gradevole

Il Soul System

Artisticamente buono

.. e cosa no

Meccaniche obsolete

Incedere ripetitivo fino alla nausea

Tecnicamente deludente


Divertimento
3.0 out of 5
Community
4.0 out of 5
Grafica
3.5 out of 5
8,0
Da Provare

Review summary

  1. Un po’ di storia!
  2. Tutti uguali ma tutti bellissimi!
  3. La minestra è servita
  4. L’eredità dei giganti
  5. Conclusioni

Cosa ci è piaciuto..

Narrativa gradevole
Il Soul System
Artisticamente buono

.. e cosa no

Meccaniche obsolete
Incedere ripetitivo fino alla nausea
Tecnicamente deludente
8,0
Grafica - 70 / 100
Divertimento - 60 / 100
Longevità - 70 / 100
Originalità - 60 / 100
Community - 80 / 100

Mi piace questo gioco, voglio
Registrarmi e giocare ora