World of Warships

Battaglie navali in 3D - Dopo carri armati ed aerei, Wargaming continua ad ampliare le sue armate digitali ed introduce le imbarcazioni nei suoi server. Riusciranno i veicoli di mare ad essere all'altezza dei loro "colleghi" di terra e di aria?

Gioca ora!

Gioco da scaricare

Solo in Inglese

Genere:
strategia, guerra, sparatutto, simulazione

Ambientazione:
storici, mare

Screenshot [click per ingrandire]

In breve...

World of Warship è l'ultima incarnazione della guerra targata Wargaming.
Scaricabile e giocabile gratuitamente, World of Warship ci mette alla guida di numerosi imbarcazioni delle più svariate tipologie e ci permette di affrontare altri giocatori in epici e calcolati scontri combattuti sulla superficie delle acque.

Come da tradizione, sono presenti diverse fazioni, ognuna delle quali dispone di diverse imbarcazioni suddivise in varie tipologie.
Nonostante un'impostazione di meccaniche che non tradisce la sua natura arcade, World of Warship offre combattimenti profondamente intrisi di elementi strategici e che richiederanno ben più della forza bruta per essere conclusi vittoriosamente.

Il versante grafico del titolo, poi, si mantiene sempre su livelli altissimi, specialmente sulle configurazioni che saranno in grado di spingere il gioco alle impostazioni massime.

Benché a livello di contenuti non si raggiungano i livelli di World of Tanks, World of Warship è un inizio più che incoraggiante per tutti gli appassionati di scontri navali, il cui futuro si prospetta decisamente roseo.

➔ Punti principali:

  • MMO sparatutto di battaglie navali.
  • Approccio alla battaglia strategico e basato sul team-play.
  • Gioco giovane e ricco di aggiornamenti.
  • Possibilità (in futuro) di riunire tutti e 3 giochi Wargaming (World of Tanks, World of Warplanes e World of Warships) in un unico, epico titolo.

Trailer

Recensione completa

Da queste parti abbiamo piuttosto a cuore Wargaming, società bielorussa che nel corso del tempo è stato in grado di proporre alcuni dei titoli free to play più graditi e giocati del panorama odierno.

Dopo il sempreverde World of Tanks e l’inizio (per alcuni versi) sottotono del successore World of Warplanes, che comunque è riuscito a riscattarsi almeno in parte nel tempo, è ora il momento di metterci alla guida di poderose navi da combattimento, di modo da affrontare nuovamente la seconda guerra mondiale sotto un ulteriore punto di vista.

Una delle navi americane che potremo sbloccare

World of Warships conclude quindi quella sorta di trilogia iniziata con il capitolo dedicato ai carri armati, che ci permette di avere una visione (quasi) a 360° della guerra intesa in stile Wargaming, con l’ultimo passo da compiere che si rifletterà logicamente in un’integrazione totale tra i tre giochi, anche se al momento è difficile dire quando e se questo accadrà.

Sganciate le ancore!

Se avete già avuto modo di giocare ad uno dei titoli Wargaming della serie “Worlds of…”, una volta nel menù principale di World of Warships vi troverete subito a vostro agio. Certo, non tutto è identico al passato ma, con pur con i dovuti cambiamenti, non troverete affatto difficoltoso orientarvi tra le varie schermate del gioco.
Viceversa, se siete dei neofiti delle produzioni della casa bielorussa, potreste trovarvi inizialmente spaesati di fronte all’enorme numero di opzioni proposte dal gioco, dove il vostro unico punto di riferimento sarà rappresentato dall’imponente bottone a centro schermo che vi permetterà di tuffarvi subito in battaglia.

In ogni caso, il gioco divide le varie imbarcazioni in più fazioni diverse, ognuna delle quali dotata delle proprie.
Allo stato attuale, il gioco prevede 5 fazioni, di cui solamente due sono presenti in maniera completa.
Giappone e America prevedono una dotazione di vascelli pressoché completa, dando al giocatore la possibilità di accaparrarsi modelli di qualsiasi livello e abilità (raggiungimento dei requisiti richiesti permettendo, ovviamente); lo stesso non si può dire per la Russia, al momento davvero povera di imbarcazioni dedicate dove, peraltro, le uniche presenti possono essere portate a casa (o, per meglio dire, al porto) solamente dietro l’esborso di denaro reale.
Da questo punto di vista non siamo certo in presenza di un numero di contenuti particolarmente elevato ma, come il passato ci insegna, questo non deve spaventare poi più di tanto, dal momento che, complice la natura free to play del titolo e la garanzia di supporto continuo che ci aspettiamo di vedere, World of Warships è destinato a crescere ed ampliarsi sempre di più nel corso del tempo, con nuove imbarcazioni e fazioni che verranno sicuramente introdotte nel corso del prossimo futuro.

Se pensate che navi come queste possano fare impressione...pensate bene!

Mirare...mirare ancora un po'...SPARARE!

Sostanzialmente, per differenziare le varie imbarcazioni tra di loro, esse sono state suddivise in quattro diverse classi, ognuna dotata di metodi d’utilizzo e peculiarità uniche.

I cacciatorpedinieri sono particolarmente efficaci per mirare alla distruzione delle altre imbarcazioni tramite lo sfruttamento di torpedini; gli incrociatori, dotati di cannoni, sono particolarmente utili per le loro capacità di respingere le unità aeree; le portaerei sono poco efficaci negli scontri diretti ma svolgono ottimamente ricognizioni e danno una visuale dettagliata del campo di battaglia; e, infine, le corazzate sono delle vere e proprie macchine di morte galleggianti, dotate di una potenza di fuoco senza pari e di capacità difensive fuori dalla norma.

Saper destreggiarsi tra tutte le tipologie di imbarcazioni disponibili, sfruttando a seconda del momento le caratteristiche di una o di un’altra classe, non sarà affatto semplice ma, al contempo, rappresenterà l’unica chiave per ottenere il predominio della partita, forse non arrivando sempre alla vittoria finale, ma perlomeno ottenendo risultati dignitosi nella maggior parte dei vostri match.
Come accennato sopra, World of Warships nasce dall’idea di coniugare insieme un gameplay simulativo ed uno di stampo più arcade, bilanciando in egual misura i due aspetti in modo da creare il perfetto mix tra le due “scuole di pensiero”, con tutto vantaggio dell’esperienza finale, che ne esce veramente in splendida forma.
Buttarsi a capofitto in acque nemiche, magari mentre vi trovate alla guida di una portaerei, sperando di aprire il fuoco all’impazzata e di accumulare kill su kill potrebbe rivelarsi un’ottima idea, ma soltanto se il vostro intento è morire nella maniera più stupida possibile.

Cos'è quella faccia? Non diteci che non avete mai visto una simpatica barchetta come questa...

Buttarsi a capofitto in acque nemiche, sperando di accumulare kill su kill, potrebbe rivelarsi un'ottima idea, ma soltanto se il vostro intento è morire nella maniera più stupida possibile

Benché possa capitare, saranno veramente poche le volte che vi troverete a battagliare con altre imbarcazioni a distanza ravvicinata, in una sorta di singolar tenzone galleggiante.

La maggior parte del vostro tempo lo passerete a notevoli distanze dai vostri nemici, cercando di tracciarne la rotta per direzionare di conseguenza i vostri missili.
Detto così può sembrare tutto molto noioso ma, una volta in game, le vostre impressioni svaniranno e lasceranno spazio ad una realtà ben diversa.
La possibilità di affondare da un momento all’altro non è mai remota e, anzi, torpedo ed attacchi nemici saranno sempre dietro l’angolo, pronti a starvi sul fiato del collo e a farvi affondare negli abissi se non avrete l’accortezza di prendere adeguati provvedimenti.
State fermi e morirete; muovetevi troppo e morirete; muovetevi il giusto ma esponetevi troppo e morirete.
Specialmente a livelli medio-alti, dove si presuppone che i vostri avversari non siano più dei pivellini con bagnarole armate di fionda, la sfida si manterrà sempre su livelli piuttosto elevati.

Quando gli slot stanno stretti

Per come è strutturato, il gameplay di World of Warships prevede che vengano portate termine numerose partite prima che vengano raggiunti i requisiti necessari ad acquisire una nave di livello superiore e/o a potenziarne in maniera adeguata una già in nostro possesso.

Prima di arrivare a possedere alcuni tra i vascelli più potenti del gioco, quindi, dovrete macinare ore su ore di gameplay, dal momento che, salvo il loro acquisto tramite moneta reale, non vi saranno propriamente regalati.
Tutta la gavetta che vi porterà ad ottenere l’equipaggiamento massimo, però, non sarà tempo buttato e, anzi, sarà parte integrante dell’apprendimento delle meccaniche di gioco: tanto permissive ed intuitive all’inizio, quanto profonde e complesse (nel senso più positivo del termine) una volta che non sarete più dei neofiti.
La caratteristica di richiedere un monte ore di una certa importanza prima di dare in mano al giocatore la massima potenza di fuoco disponibile non è di per sé un grosso difetto, dal momento che risulta essere un compromesso più che adeguato per venire incontro alle esigenze free to play del titolo.

Tra una cannonata e l'altra, World of Warships ci permette anche di goderci per qualche istante il panorama

Ciò su cui il titolo Wargaming paga pegno della sua natura di gioco gratuito, però, è rappresentato dal limitato, per usare un eufemismo, numero di slot adibiti a contenere i nostri vascelli.

Ciò su cui il titolo Wargaming paga pegno della sua natura di gioco gratuito, però, è rappresentato dal limitato, per usare un eufemismo, numero di slot adibiti a contenere i nostri vascelli.

Una volta esauriti i cinque slot assegnati dal gioco di default, prima di poter aggiungere altri vascelli alla vostra collezione sarete costretti a far spazio vendendo una o più navi o, al limite, ad acquistare nuovi slot con soldi reali.
La volontà di voler monetizzare in qualche modo col proprio gioco è legittima e possiamo capirla ma, in tutta franchezza, avremo preferito modalità meno invasive per farlo. Potenziare a dovere le proprie navi è una faticaccia (e dati i numerosi parametri su cui è possibile agire ne passerà di tempo prima di tirare fuori il meglio da ogni “esemplare”) e vederci costretti a dover vendere un mezzo sul quale abbiamo dedicato tanto tempo, anche se di livello inferiore a quello che acquisteremo poco dopo, è sempre un qualcosa che è impossibile fare a cuor leggero.

E all'urlo di "meno chiacchiere, più guerra!" ci tuffiamo (è proprio il caso di dirlo) in gioco per farvi vedere il gameplay di World of Warships.

Affondo che è un piacere!

Dal punto di vista squisitamente grafico, World of Warships è una piccola opera d’arte in movimento.
Non è tanto la conta poligonale o la risoluzione delle texture a sorprendere, quanto l’intero colpo d’occhio che il gioco è in grado di restituire al giocatore.

Il mare, le isole, le fiamme, le esplosioni e l’acqua che viene squarciata dalle imbarcazioni concorrono a ricreare uno scenario suggestivo e quasi surreale, a metà tra la rilassatezza che è in grado di creare il sole riflesso sull’acqua e l’esaltazione dei vascelli in preda alle fiamme e delle esplosioni che incendiano continuamente il mare.
Tutto è estremamente bello e piacevole e, specie se potete permettervi di far girare il gioco al massimo del dettaglio grafico disponibile, vi capiterà non di rado di concedervi qualche istante per osservare il panorama, salvo ritornare subito all’azione prima di venire rovinosamente affondati.

Le meccaniche del gioco sono facili da comprendere ma padroneggiarle è tutta un'altra storia

Anche analizzando il gioco dal punto di vista prettamente tecnico, World of Warships non delude in nessun modo le aspettative, presentandosi solido e dettagliato, ben lontano dai canoni grafici standard che sono normalmente associati a produzioni free to play.
Come da tradizione Wargaming, la parte del leone è fatta dalle numerose imbarcazioni presenti, realizzate e modellate in un modo che rasenta la perfezione.
Oltre all’immancabile accuratezza storica, a stupire è anche il modo in cui i vari vascelli si danneggiano visivamente in modo coerente con la direzione da cui sono arrivati i colpi.
Per quanto sia una situazione quasi sempre spiacevole, tralasciando tutti gli aspetti strettamente legati al risultato della partita attualmente in corso, vedere la propria nave in fiamme cadere pezzo dopo pezzo sotto i colpi dei cannoni nemici è un’esperienza sempre visivamente spettacolare, capace di far pompare adrenalina a mille dentro i nostri cuoricini capaci di andare in fibrillazione per così poco.
Per ultimo, poi, va anche detto che, nonostante tutta questa bontà grafica, Wargaming ha avuto più di un occhio di riguarda sui requisiti del titolo, di modo da permettere al più grande numero di utenti possibile, dotati al contempo delle più svariate e diverse configurazioni hardware, di fruire del gioco nel modo più dignitoso possibile.
In soldoni questo significa che, nella quasi totalità dei casi, il gioco girerà anche su computer non propriamente recenti e privi di schede video da “millemila” euro, a patto, ovviamente, di scendere a qualche compromesso con i settaggi grafici.

Conclusioni

Le portaerei sono inefficaci negli scontri diretti ma garantiscono un prezioso supporto strategico

In definitiva, non si può non premiare a pieni voti quest’ultima fatica targata Wargaming.
Forti dell’esperienza pluriennale ottenuta con i loro precedenti lavori, i ragazzi del team bielorusso sono stati in grado di confezionare un prodotto estremamente divertente, al passo coi tempi dal punto di vista grafico ed in grado di soddisfare in egual misura sia i neofiti che si approcciano a titoli del genere per la prima volta sia ai veterani di mille battaglie virtuali che, in World of Warships, andranno alla ricerca di una sfida in grado di soddisfare le loro abilità strategiche e non.

Sia che abbiate giocato i precedenti World of Tanks e/o World of Warplanes sia che sentiate nominare per la prima volta i titoli di Wargaming, dunque, non possiamo che consigliarvi caldamente di fare un salto tra i server di World of Warships, in modo che possiate toccare con mano le numerose qualità che il titolo è in grado di offrire.
Certo, non tutto è perfetto e, al momento, il titolo paga il conto ad una leggera carenza di contenuti, riscontrabile principalmente nelle modalità proposte e nelle fazioni disponibili.

Nonostante questo, però, il gioco è già da ora capace di offrire tonnellate su tonnellate di ore di puro divertimento con la garanzia che, nel futuro prossimo e meno prossimo, arriveranno numerose espansioni e migliorie in grado di espandere ulteriormente quello che già oggi appare come un capolavoro imprescindibile del panorama free to play.

Pronto ad entrare nel mondo di World of Warships? Clicca per giocare ora!
FPS Online ed MMOTPS: i migliori giochi sparatutto 2017

[Video in fondo all'articolo. Quella che leggete qua sotto ne è la trascrizione]. Quali sono i migliori sparatutto online free to play (sia FPS che TPS) del 2017? Beh è una domanda difficile... Forse anche un po’ stupida a dire il vero. Sono veramente pochi i free to play ... » continua

Giochi Online di Strategia: 5 giochi gratis per il 2017

A quanto pare abbiamo un aspirante stratega fra di noi! Bene, sicuramente troverai pane per i tuoi denti in questa lista dedicata ai migliori Giochi Online di Strategia del 2017, tutti rigorosamente gratuiti. Il panorama dei Giochi MMO offre agli amanti dei giochi di strategia numerose possibilità, con giochi ben ... » continua

Giochi di Guerra Online Gratis: 7 giochi per il 2017

E' inutile negarlo: sin dagli albori videoludici, i giochi di guerra sono stati uno dei generi più amati dal grande pubblico. Grazie ad internet, poi, la possibilità di sfidare online migliaia di altri giocatori ha aggiunto ancora più divertimento ed agonismo al tutto, sia per i giocatori più "adrenalina-dipendenti" (con ... » continua

World of Warships: Disponibile l'aggiornamento 0.5.3

Giusto qualche giorno fa vi avevamo riportato la notizia relativa ad un nuovo filmato rilasciato da Wargaming, che mostrava alcune ... » continua

World of Warships: Nuovo video diario dedicato alle battaglie in team

L’ecosistema messo in piedi da Wargaming, il cui fulcro ruoto attorno ai suoi tre giochi di punta (World of ... » continua

World Of Warships #2 - Gameplay ITA PvP - "Circondato dal Kongo"

Superpartitona a World of Warships, che ci vede diventare l'ultimo baluardo della nostra squadra nel disperato tentativo di morire ... » continua

World Of Warships - Gameplay ITA

Andiamo a dare un'occhiata a questo nuovissimo e promettente gioco di battaglie navali con un bel gameplay introduttivo... che ... » continua

World of Warships - Official Trailer 2015

In attesa del suo lancio in Italia (evento sul quale puntiamo molto, così come è accaduto per World of Tanks ... » continua

Grafica: full 3D
PvP: match o duelli PvE PvP
Influenza cash shop: basso
Exp rate: lento

Originalità
Non sono molti gli sparatutto a bordo di navi da guerra...

Cosa Ci È Piaciuto..

Gameplay solidissimo

Immediato ma profondo ed impegnativo

Graficamente ottimo

.. e cosa no

Pochi contenuti

per ora

Solo 5 slot gratuiti per le navi


Divertimento
5.0 out of 5
Community
4.0 out of 5
Grafica
4.0 out of 5
8,4
Fantastico

Review summary

  1. Sganciate le ancore!
  2. Mirare...mirare ancora un po'...SPARARE!
  3. Quando gli slot stanno stretti
  4. Affondo che è un piacere!
  5. Conclusioni

Cosa ci è piaciuto..

Gameplay solidissimo
Immediato ma profondo ed impegnativo
Graficamente ottimo

.. e cosa no

Pochi contenuti
per ora
Solo 5 slot gratuiti per le navi
8,4
Grafica - 80 / 100
Divertimento - 100 / 100
Longevità - 60 / 100
Originalità - 60 / 100
Community - 80 / 100

Mi piace questo gioco, voglio
Registrarmi e giocare ora